ASP e Ospedali

L'appello del sindacato

Violenze negli ospedali, la Uil: «Urgono nuove assunzioni e maggiori controlli»

Il commento di Luisella Lionti dopo l'ennesimo episodio all'Arnas Civico: «Il personale sanitario è vittima di un sistema che non funziona e di una mancanza di organico ormai strutturata».

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «La Uil Sicilia esprime solidarietà a tutto il personale sanitario condannando queste azioni violente»: lo afferma Luisella Lionti, segretario della Uil Sicilia e Area Vasta, commentando l’ultimo episodio andato in scena all’Arnas Civico, stavolta nel reparto di Prima Medicina guidato dal direttore Alberto Maringhini.

«Tutto il personale sanitario è vittima di un sistema che non funziona e di una mancanza di organico ormai strutturata- affermano dal sindacato- Occorre per questo intervenire immediatamente ampliando la pianta organica. È fondamentale lavorare in sicurezza e non si può lavorare in sicurezza quando si è costretti a doppi o tripli turni. Così rischiano tutti, anche il paziente. Occorre una vigilanza 24 ore su 24 dato che il servizio non si ferma mai e laddòve sia possibile più personale per controllare e garantire la sicurezza. Il vigilantes non può fare tutto da solo».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche