Dal palazzo

Il protocollo

Violenza di genere, a Ragusa in soccorso c’è “La Valigia di salvataggio”

Le vittime oltre che del sostegno psicologico e legale dei centri antiviolenza, potranno fruire anche di un aiuto materiale

Tempo di lettura: 2 minuti

Dopo Macerata, Roma, Napoli e Potenza, è stato sottoscritto anche a Ragusa il protocollo “la valigia di salvataggio”, il cui obiettivo è quello di rafforzare la rete di prevenzione e contrasto alla violenza di genere, al fine di sostenere con tempestività donne e minori che fuggono da situazioni di violenza e che verranno collocate in strutture protette.

Le vittime oltre che del sostegno psicologico e legale dei centri antiviolenza, potranno fruire anche di un sostegno materiale con la consegna della valigia di salvataggio. Il protocollo è stato sottoscritto nella Sala “Raciti” della Questura di Ragusa dal Dr. Vincenzo Trombadore, Questore della Provincia di Ragusa, dal sindaco Peppe Cassì, dall’assessore alle Politiche Sociali e Pari Opportunità del Comune e dall’Associazione “Salvabebè-Salvamamme” e approvato dalla Direzione centrale anticrimine del Dipartimento della pubblica sicurezza.

Sono state consegnate al Comune di Ragusa alcune valigie contenenti kit per le prime necessità anche per minori in caso di allontanamento urgente dalle mura domestiche e successivo collocamento in struttura protetta. La sottoscrizione del Protocollo rientra nel programma delle iniziative intraprese dalla Questura di Ragusa finalizzate alla prevenzione e contrasto della violenza di genere, tema affrontato, insieme a quello della violenza domestica, il 18 marzo 2021 con la sottoscrizione di un più generale Protocollo d’Intesa con la Prefettura di Ragusa-Ufficio Territoriale del Governo.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche