Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
villa sofia covid aggressione ispettori prelievo organi anticorruzione addetto stampa trial office controllo qualità

ASP e Ospedali

Decesso per emorragia cerebrale

Villa Sofia, prelievo multiorgano: donati fegato e reni

Dopo un decesso a causa di emorragia cerebrale presso il reparto di Rianimazione 1 diretto da Paolino Savatteri.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. Al presidio “Villa Sofia” è stato effettuato un prelievo multiorgano da anziana persona, deceduta presso il reparto di Rianimazione 1 (diretto da Paolino Savatteri) a causa di un’emorragia cerebrale. Sono risultati idonei alla donazione il fegato ed i reni.

«Nonostante l’emergenza assistenziale legata al Coronavirus- commenta il Direttore Generale di “Villa Sofia- Cervello”, Walter Messina- grazie alla dedizione del nostro personale il tema della donazione degli organi è sempre al centro della mission aziendale. Accanto a ciò, la possibilità di raggiungere a pieno questo obiettivo si deve alla straordinaria sensibilità dei donatori e delle loro famiglie, capaci di trasformare contesti di grande sofferenza in gesti di generosità e altruismo, senza i quali non sarebbe possibile salvare altre vite».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati