ASP e Ospedali

La vertenza

Villa Sofia-Cervello, tre sindacati proclamano lo sciopero il 22 settembre

Uil Fpl, Fials e Nursing Up sollecitano la proroga dei contratti in scadenza a settembre, le stabilizzazioni e il potenziamento degli organici.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. I sindacati Uil Fpl, Fials e Nursing Up hanno proclamato lo sciopero dei lavoratori dell’azienda ospedaliera Villa Sofia-Cervello di Palermo per il prossimo 22 settembre. Diversi i motivi della protesta: dalla richiesta di proroga dei contratti a tempo determinato subordinato e co.co.co in scadenza a settembre alle mancate stabilizzazioni fino alla richiesta di potenziamento degli organici.

Da tempo i sindacati chiedono un intervento all’azienda. Durante la giornata di sciopero del 22 settembre, i lavoratori saranno convocati in assemblea sit-in davanti alla sede dell’assessorato regionale alla Salute in piazza Ottavio Ziino dalle 10 alle 18. Insanitas ha chiesto una replica a Villa Sofia-Cervello, non appena dovesse arrivare sarà pubblicata.

Intanto, in una nota a firma dei vertici delle tre sigle, Vincenzo Di Prima, Luciano Gargano, Giuseppe Forte, Antonio Ruvolo e Gioacchino Zarbo, i sindacati hanno convocato per domani un’assemblea dei lavoratori, dalle 10, nell’aula magna dell’ospedale Cervello, per un confronto sui motivi della protesta.

Nei mesi scorsi, per evitare lo sciopero, i sindacati avevano chiesto di avviare subito l’iter per le stabilizzazioni e le proroghe dei contratti degli Oss, gli operatori sociosanitari, perché in loro assenza gli altri operatori sanitari avrebbero subito un demansionamento. Inoltre le sigle avevano chiesto l’avvio immediato di tutte le procedure di stabilizzazione, sia con la legge Madia sia con le nuove norme per chi ha maturato i 18 mesi, e avevano chiesto di avviare concorsi con punteggi riservati per valorizzare il servizio prestato durante l’emergenza per ciascun mese, oltre i 60 giorni continuativi, così come previsto dalla legge di Stabilità regionale.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche