ASP e Ospedali

La vertenza

Villa Sofia-Cervello, notte di protesta in assessorato per gli Oss

"Questa è una vergogna, 50 famiglie lasciate nella tragedia. Siamo al loro fianco", dice Alfredo Guerriero del Nursind.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. Notte di protesta per gli operatori socio-sanitari di Villa Sofia-Cervello. “Siamo ancora in assessorato a fianco degli Oss che al 30 aprile verranno licenziati – dice Alfredo Guerriero del Nursind – Questa è una vergogna, 50 famiglie lasciate nella tragedia, lavoratori abbandonati da tutte le istituzioni. Stiamo qui a morire di freddo ma noi non li lasceremo mai da soli”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche