primario uroginecologia procreazione rischio clinico pronto soccorso

Villa Sofia-Cervello, la Uil Fpl: «Grave e perdurante carenza di infermieri e Oss»

8 Dicembre 2019

Lo denuncia Enzo Di Prima, segretario Territoriale, sollecitando provvedimenti. La replica della Direzione strategica: «Sarà urgentemente convocata una riunione con i sindacati per affrontare la questione e individuare un percorso condiviso».

 

di

PALERMO. «La perdurante e gravissima carenza di infermieri e operatori socio-sanitari a Villa Sofia-Cervello mette a serio rischio l’assistenza ai pazienti».

Lo denuncia Enzo Di Prima, segretario Territoriale UIL FPL, puntando l’indice contro «i seri problemi organizzativi da parte dei Coordinatori Infermieristici, nonostante gli enormi sacrifici imposti al Personale in servizio, come i doppi turni, gli straordinari, i rientri in servizio nelle giornate di riposo e la reperibilità integrativa trasformata in sostitutiva».

Il sindacato sottolinea: «Eppure esistono graduatorie aperte sia ad Agrigento che a Catania, da cui potere attingere personale infermieristico, anche a tempo determinato purché, ovviamente, abbiano una durata congrua, da sei mesi ad un anno, altrimenti nessuno partecipa».

Da qui da parte della UIL FPL Sicilia e Palermo di «immediata convocazione presso la sede dell’Assessore alla Salute, per concretizzare interventi urgenti, finalizzati a risolvere l’attuale emergenza assistenziale, anche con provvedimenti straordinari».

Ecco la replica di Villa Sofia-Cervello, contattata da Insanitas:

«L’argomento personale infermieristico e Oss è ben presente nell’agenda della Direzione strategica. La carenza è relativamente limitata, circa il 7-8% su 1072 infermieri, ma genera molte tensioni ed alcune difficoltà. Il tema è stato oggetto di numerose riunioni con l’Ufficio infermieristico ed anche con le Risorse umane. Recentemente sono stati inviati 500 telegrammi per il reclutamento di infermieri a tempo determinato, purtroppo hanno risposto solo in 13, insufficienti per le nostre esigenze».

Dalla direzione aggiungono: «È un problema che non riguarda solo noi ma un po’ tutte le aziende sanitarie ed ospedaliere. Proviamo quotidianamente ad affrontare e risolvere la carenza infermieristica e degli Oss e siamo convinti che per la soluzione finale siano necessarie collaborazioni ed consigli di tutti. La prossima settimana convocheremo urgentemente una riunione con le organizzazioni sindacali per affrontare la questione e individuare un percorso condiviso».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV