villa sofia covid aggressione ispettori prelievo organi anticorruzione addetto stampa trial office controllo qualità

ASP e Ospedali

L'appello

Villa Sofia-Cervello, la Cisl Fp: «Basta con il precariato»

Il sindacato ha incontrato i vertici dell'azienda ospedaliera chiedendo di risolvere la questione del personale a tempo determinato.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Basta col precariato all’azienda Villa Sofia-Cervello. Vanno date risposte ai lavoratori che da anni svolgono un ruolo indispensabile e va garantito il diritto a un’assistenza efficiente ai cittadini». A dirlo Ferdinando Scimone segretario Cisl Fp Palermo Trapani nell’azienda ospedaliera cittadina e Michele D’Angelo, del Dipartimento provinciale sanità pubblica della federazione Cisl di Palermo e Trapani.

La Cisl Fp ha incontrato nei giorni scorsi i vertici di Villa Sofia-Cervello e ha sottolineato come sia indispensabile risolvere la questione del personale a tempo determinato. «Non è più tollerabile- aggiungono Scimone e D’Angelo- che con cadenza ciclica si tengano sospesi questi lavoratori. Abbiamo fatto un plauso alla direzione strategica che ha accolto la nostra proposta di trasformazione dei posti di ausiliario socio sanitario in 38 posti di operatore socio sanitario, ma è chiaro che tutto ciò non basta, è ancora poco. Occorre fin da subito attivare le procedure del bando per la stabilizzazione di tutti i lavoratori che hanno maturato i requisiti previsti dalla legge. Questo iter, chiaramente, deve essere concluso prima del 31 dicembre 2022, per evitare qualsiasi tipo di strumentalizzazione».

La Cisl ha inoltre richiesto che la graduatoria dei concorsi per infermiere ed Operatore Socio Sanitario abbia la durata di tre anni per consentire lo scorrimento e favorire il turn over con il personale che in questi tre anni andrà in quiescenza. «Abbiamo sollecitato- affermano Scimone e D’Angelo- il management dell’azienda Villa Sofia-Cervello a richiedere all’assessorato regionale alla Sanità di aumentare il budget del tetto di spesa, perché l’incremento è in linea con le esigenze reali dell’azienda nel garantire i Livelli essenziali di assistenza».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche