Ospedale Cervello Befana Enel

Villa Sofia e Cervello, fine di una querelle lunga sei anni: i medici avranno gli stessi stipendi

27 Agosto 2016

Dopo una denuncia al giudice del lavoro per disparità di trattamento, i camici bianchi di via Trabucco ottengono lo stesso trattamento economico dei colleghi di Azienda, compresa la cosiddetta "variabile aziendale".

 

di

PALERMO. Una querelle lunga oltre sei anni si chiude con una transazione che dà ragione ai ricorrenti, cioè i medici dell’ospedale Cervello di Palermo, che in seguito alla fusione con Villa Sofia (datata 2009) denunciarono una disparità di trattamento economico con i colleghi.

Come riportato dal Giornale di Sicilia in edicola oggi, l’oggetto del contendere era in particolare la quota di retribuzione denominata “variabile aziendale”, corrisposta ai medici di Villa Sofia e non a quelli del Cervello.

Dopo aver diffidato l’Azienda, circa 50 medici si rivolsero al giudice del lavoro attraverso l’avvocato Sonia Spallitta e lo stesso fecero poi altri colleghi.

«I legali- racconta ora la Spallitta al Gds- con l’ausilio di alcuni sindacati hanno concordato una ipotesi di transazione, e a luglio l’azienda ospedaliera diretta da Gervasio Venuti ha tenuto correttamente fede agli accordi, provvedendo a corrispondere entro il termine concordato del 31 agosto anche gli arretrati».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV