ASP e Ospedali

La delibera

Villa Sofia-Cervello, arriva la proroga per 198 precari Covid

La fine dei rapporti di lavoro, prevista per il 30 settembre, è stata posticipata al 31 dicembre 2022. Restano fuori 3 fisioterapisti.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. A Villa Sofia-Cervello arriva la proroga di 198 incarichi Covid-19. Con una delibera del 22 settembre del direttore generale Walter Messina (nella foto) di cui avuto visione Insanitas, la scadenza è stata posticipata dal 30 settembre al 31 dicembre 2022.

ECCO IL DETTAGLIO
– 139 operatori socio-sanitari (di cui 82 con contratto a tempo determinato e 57 Co.Co.Co, alle stesse condizioni annuali, cioè con riduzione oraria del 30 per cento)
– 15 medici abilitati in MCA e Malattie infettive (100% impegno orario)
– 4 medici  (come ora, cioè con 30% riduzione oraria)
– 12 assistenti amministrativi (come ora, cioè con 30% riduzione oraria)
– 10 periti informatici (come ora, cioè con 30% riduzione oraria)
– 18 psicologi-psicoterapeuti (come ora, cioè con 30% riduzione oraria).

Non sono stati prorogati invece i contratti di 3 fisioterapisti CO.CO.CO., “considerando che c’è in atto una procedura di esubero con adozione della relativa delibera previa informativa ai sindacati”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche