ASP e Ospedali

La Buona Sanità

Versamento ematico al cuore: ultraottantenne salvato all’Ingrassia

Si era recato al pronto soccorso. Intervento di pericardiocentesi dell'equipe di cardiologia dell'ospedale palermitano.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. La tempestività della diagnosi e dell’intervento hanno consentito di salvare un paziente di 81 anni che si era recato con mezzo proprio al Pronto Soccorso dell’Ospedale Ingrassia di Palermo accusando “fame d’aria”.

Immediata è stata la diagnosi dell’equipe medica della UOC di Cardiologia (Mariella Riili, Alberto Grillo, Pierpaolo Prestifilippo, Giorgio Maringhini e Giovanni Ferro) di “tamponamento cardiaco da versamento pericardico di natura ematica, non da rottura di cuore”.

Il paziente è stato sottoposto a terapia salvavita dai cardiologi Claudio D’Angelo e Angelo Ferlisi, coadiuvati dall’equipe infermieristica composta da Lucia Udine e Fabio Capuozzo. L’intervento di rimozione del liquido ematico in sala operatoria sotto monitoraggio ecocardiografico è stato brillantemente eseguito consentendo di salvare il paziente.

Il Commissario straordinario dell’Asp di Palermo, Daniela Faraoni, ha sottolineato come «il livello di attenzione e di professionalità rappresenti, ormai, una costanza della UOC di Cardiologia, segno, ancora una volta, che l’Ospedale Ingrassia è cresciuto nei livelli di qualità che è in grado di assicurare».

«È inusuale riscontrare al Pronto Soccorso un versamento pericardio ematico- ha spiegato il primario della UOC di Cardiologia dell’Ospedale Ingrassia, Sergio Fasullo– Il tamponamento cardiaco rappresenta una grave emergenza e complicanza definita come ‘catastrofica e generalmente mortale’ se non risolta in tempi brevi con la pericardiocentesi. In questo caso il tempismo e la collaborazione tra tutti gli operatori hanno evitato il peggio. Si prosegue, così, all’Ingrassia nella direzione di una cardiologia sempre più interventistica, utile e indispensabile a soddisfare i bisogni di salute degli utenti».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche