Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Salute e benessere

In anestesia locale

Varici degli arti inferiori, innovativa cura con il laser all’ospedale di Caltagirone

In anestesia locale ed evitando tagli chirurgici.

Tempo di lettura: 1 minuto

CATANIA. Adottata una nuova metodica per la cura delle varici degli arti inferiori, all’UOC di Chirurgia Generale dell’Ospedale “Gravina” di Caltagirone. Si tratta dell’ablazione laser delle varici effettuata con le fibre dual ring 1470.

Con questa innovativa tecnica, si inserisce un catetere sottile dentro la vena patologica e sotto controllo e guida ecografica, in anestesia locale, si trattano le vene varicose, evitando in questo modo tagli chirurgici e danni. La metodica è efficacemente risolutiva: il 98% di chiusura a 5 anni.

I vantaggi per i pazienti sono numerosi: nessun dolore, immediato recupero, nessuna cicatrice. L’intervento viene eseguito in ambulatorio chirurgico (responsabile dr. Luigi Failla) e subito dopo il trattamento il paziente viene dimesso e ritorna a casa.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati