Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

Stato di agitazione

Vaccini, la rivolta dei dipendenti dei supermercati: «Sia data priorità anche a noi»

I sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno proclamato lo stato di agitazione del comparto della grande distribuzione annunciando manifestazioni di protesta a tutela dei lavoratori e della clientela.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Scoppia in Sicilia la protesta dei lavoratori del commercio esclusi dalla campagna di vaccinazione. I sindacati Filcams Cgil, Fisascat Cisl e Uiltucs Uil hanno proclamato lo stato di agitazione del comparto della grande distribuzione annunciando manifestazioni di protesta a tutela dei dipendenti dei supermercati e della clientela.

«Pur avendo lavorato incessantemente ed ininterrottamente a stretto contatto con il pubblico – scrivono le segreterie regionali guidate da Monia Caiolo, Mimma Calabrò e Marianna Flauto–  i lavoratori sono stati ingiustamente, senza una plausibile motivazione, esclusi dalla campagna vaccinazioni. Questo rappresenta un pericolo sia per i dipendenti sia per la clientela con cui sono quotidianamente a contatto da sempre durante la pandemia. I vaccini sono indispensabili in questo settore, considerato che ancora non tutte le aziende applicano integralmente le misure anti-covid disposte dal protocollo di sicurezza, dai Dpcm e dalle ordinanze regionali».

I sindacati hanno lanciato un nuovo appello al presidente della Regione ricordando come di recente, all’interno della programmazione di vaccinazione , siano state inserite le categorie degli avvocati e dei praticanti avvocati.

«I lavoratori del commercio- proseguono i sindacati- sono esposti ad un rischio sicuramente maggiore di altre categorie già inserite nella campagna vaccinazioni e si chiede sin da adesso di conoscere le modalità di accesso per questi lavoratori al sistema di prenotazione. Dato che i casi positività all’interno nel settore sono stati e continuano a essere numerosi, in assenza di un urgente riscontro si proclama sin da adesso lo stato di agitazione di tutte le lavoratrici e di tutti i lavoratori della grande distribuzione organizzata».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati