Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
vaccinazioni parodontite

Dal palazzo

Coronavirus

Vaccinazioni, odontoiatri respinti a Villa delle Ginestre, lettera di protesta di Francesco Romano

Il referente regionale del Sindacato Italiano Odontoiatria Democratica scrive a Razza

Tempo di lettura: 2 minuti

Si allarga il fronte della protesta contro i criteri adottati per questo primo turno di vaccinazioni anti covid-19. Dopo l’ordine dei farmacisti (leggi qui)  e l’ordine delle professioni sanitarie (leggi qui) a prendere carta e penna per scrivere all’assessore Ruggero Razza è il referente regionale del SIOD (Sindacato Italiano Odontoiatria Democratica) Francesco Romano che denuncia quanto accaduto ieri mattina presso il centro vaccinazioni di Villa delle Ginestre a Palermo.

“… Oggi, sabato 9 gennaio, alle 17, i responsabili di Villa delle Ginestre hanno respinto personale degli studi odontoiatrici convenzionati che erano venuti ordinatamente a vaccinarsi dotati di regolare prenotazione effettuata tramite il portale dell’ASP. Quando parliamo di ASO (Assistenti di Studio Odontoiatrico), di personale di Segreteria e di Odontoiatri che lavorano presso strutture convenzionate, parliamo di persone che lavorano per Lei Assessore, per il Sistema Sanitario Regionale. Sono quelle persona a cui, i politici come Lei, affidano i cittadini che hanno bisogno di cure dicendo “andate da loro; sono accreditati da me, sono strettamente controllati, sono quelli che – grazie alle vostre tasse, e pagandoli con i vostri soldi – io metto a vostra disposizione per curarvi”.

“Sono stati vaccinati prioritariamente anche Medici e personale di Ospedali e delle ASP che trascorre questa pandemia ben protetto dietro il plexiglass e senza alcun contatto con il pubblico? E cosa hanno di diverso le nostre assistenti a continuo rischio per prossimità per aereosol e liquidi biologici come sangue e saliva? Ebbene questi Odontoiatri e questo personale di studio sono stati iniquamente bistrattati: ieri vaccinati, oggi respinti e mestamente rimandati a casa.”

“In Emilia Romagna e in Calabria Odontoiatri ed ASO vengono – a ragione! – vaccinati con massima priorità tra i sanitari a contatto con i pazienti. In Sicilia vengono respinti”.

La lettera di Francesco Romano si chiude con una richiesta di chiarimento urgente “se c’è stata una condotta negligente allora chi si è reso responsabile di questa grave omissione va pubblicamente ripreso. Mi auguro che si faccia subito qualcosa di concreto e venga restituito a noi ed ai nostri collaboratori il diritto ad operare in sicurezza presso i nostri studi.”

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati