Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
false vaccinazioni

ASP e Ospedali

In via cautelare

False vaccinazioni alla Fiera, l’Arnas Civico sospende l’infermiera

Come da normativa alla dipendente verrà corrisposta, per tutto il periodo della misura restrittiva della libertà personale, una indennità pari al 50% dello stipendio.

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. Con delibera del 23 dicembre scorso il direttore generale dell’Arnas Civico, Roberto Colletti, ha sospeso in via cautelare dal servizio l’infermiera coinvolta nel giro di false vaccinazioni scoperto dalle forze dell’ordine presso l’HUB vaccinale della Fiera del Mediterraneo a Palermo. La sospensione giunge a seguito di una pec inviata alla Procura della Repubblica di Palermo nella quale la direzione strategica dell’ospedale palermitano chiedeva informazioni circa la veridicità della notizia di stampa pubblicata in data 21 dicembre.

Il direttore generale ha quindi disposto il provvedimento, a far data dal 21 dicembre, in conformità con quanto previsto dall’art 68 del Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro del Comparto, secondo cui “il dipendente che sia colpito da misura restrittiva della libertà personale è sospeso d’ufficio dal servizio con privazione della retribuzione per la durata dello stato di detezione o comunque dello stato restrittivo di libertà”.

In particolare, come previsto dal comma 7 dell’articolo 68,  alla dipendente sospesa verrà corrisposta una indennità pari al 50% dello stipendio tabellare più gli assegni familiari e la retribuzione individuale di anzianità, se spettanti. Tutto ciò “salvo diverse e successive determinazioni conseguenti all’eventuale apertura del procedimento disciplinare nei confronti della dipendente”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche