Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

ASP e Ospedali

Il caso

Usca accentrate alla Fiera del Mediterraneo, esplode la polemica

Cisl all'attacco: «É il preludio allo smantellamento di un sistema che ha consentito di garantire indispensabili servizi contro il Coronavirus». Interviene pure il Pd.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Proprio adesso che il Coronavirus torna a diffondersi a causa della variante Delta, il sistema delle Usca di Palermo e provincia viene cancellato per essere centralizzato alla Fiera del Mediterraneo, sotto la guida del commissario per l’emergenza Covid, Renato Costa». A dirlo il segretario aziendale dell’Asp di Palermo della Cisl Fp Palermo Trapani, Gaetano Mazzola, che sul progetto di riorganizzazione delle Usca ha scritto un documento al manager dell’Asp, Daniela Faraoni, al commissario Costa e all’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza. «Ieri, con nota ufficiale, il commissario Costa ha disposto che tutto il personale dislocato nei servizi Usca dei distretti di Palermo e provincia venga spostato alla Fiera e che tutte le attività vengano organizzate dalla sede centrale», afferma Mazzola.

Poi aggiunge: «É il preludio allo smantellamento di un sistema che ha consentito di garantire indispensabili servizi di assistenza, prevenzione e monitoraggio dell’andamento pandemico. Non si comprende l’obiettivo di questo progetto e si ignora quale sia la sua utilità, ancora di più in considerazione del fatto che si sono rivelate vincenti scelte di segno opposto alla centralizzazione, come la presenza di Usca nei distretti territoriali e l’apertura di centri vaccinali in tutta la provincia». La Cisl chiede se la direzione strategica dell’Asp sia a conoscenza di queste scelte, «che rischiano di avere conseguenze gravi e dannose, soprattutto in un momento in cui c’è allerta per il diffondersi delle varianti del Covid».

Il commento del PD

«Davvero non si comprendono i motivi per i quali si stanno chiudendo le Usca presso i distretti sociosanitari distribuiti sul territorio provinciale per accentrare tutto il personale Covid, sanitario e non, alla Fiera del Mediterraneo di Palermo. È una decisione che ha spiazzato i sindaci che in questi mesi hanno collaborato con l’ASP e con la struttura commissariale, e che va in senso opposto rispetto all’orientamento del ministro Speranza e del commissario Figliuolo, che puntano ad una sanità di prossimità nel contrasto al Covid». Lo dice il capogruppo PD all’Ars Giuseppe Lupo, che ha chiesto al presidente della commissione Sanità Margherita La Rocca Ruvolo di convocare una seduta su questo tema, con l’audizione del commissario Covid per la Sicilia, il presidente della Regione Nello Musumeci, dell’assessore alla Salute Ruggero Razza, del direttore generale dell’ASP Daniela Faraoni e del commissario Covid di Palermo Renato Costa.

 

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati