ASP e Ospedali

Oncologia

Umberto I di Enna, ambulatorio per le patologie eredo-familiari

Il primario Daniela Sambataro traccia un primo bilancio dal suo insediamento alla direzione del reparto dell'ospedale.

Tempo di lettura: 2 minuti

Il reparto di Oncologia dell’Umberto I di Enna attiva l’ambulatorio per patologie eredo-familiari. Con il primario Daniela Sambataro abbiamo tracciato un primo bilancio dal suo insediamento alla direzione del reparto ennese. Tra le novità più rilevanti: in reparto è stato avviato uno studio, con ambulatorio annesso, sui pazienti con patologie eredo-familiari, i quali- come spiega il primario- vengono “arruolati” facendo loro un’anamnesi di tipo familiare e questo consentirà all’Unità guidata dalla Sambataro di evidenziare delle patologie che possono avere come causa la mutazione di un gene e quindi poter fare prevenzione.

Per ogni tipo di tumore si è visto che una quota tra il 5 e il 10 per cento dei casi è attribuibile alla forma ereditaria. Un tumore viene definito ereditario quando la sua insorgenza è determinata da una mutazione genetica trasmessa dai genitori. Le mutazioni presenti nei genitori hanno un’alta percentuale di essere trasmesse ai figli. Ciò, sia chiaro, non vuol dire che questi ultimi ereditano il tumore dovuto all’alterazione riscontrata ma, semmai, solo la predisposizione a sviluppare più facilmente quel tumore rispetto alla popolazione generale.

Cambia anche la gestione dell’Unità, con il potenziamento del numero dei dirigenti medici che hanno consentito una maggiore settorializzazione della patologia, l’introduzione nell’accoglienza del case manager, il supporto e l’introduzione in reparto della figura dello psicologo.

Con il reparto inoltre si è puntato ad avere un consigliere regionale presso l’Aiom, l’Associazione italiana degli oncologi medici e questo è stato possibile con l’elezione dell’oncologo Andrea Quattrocchi, che fa appunto parte del team del reparto ennese.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche