Dal palazzo

La protesta

Uil e UilTemp: «Asp di Palermo, personale Covid senza contratto dal 30 giugno»

Secondo i sindacati «è impensabile smantellare la struttura creata per contrastare la pandemia per poi magari ritrovarci impreparati ad ottobre».

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «Fra 40 giorni scadranno i contratti del personale sanitario e amministrativo dell’Asp di Palermo, da quasi due anni in prima linea per l’emergenza Covid. Si tratta di oltre mille tra medici, infermieri, operatori socio sanitari e amministrativi. È impensabile non rinnovare il contratto a tutti questi lavoratori e smantellare, quindi, dal 30 giugno la struttura creata per contrastare la pandemia per poi magari ritrovarci impreparati ad ottobre quando- come molti virologi temono- il virus potrebbe tornare a correre».

Lo affermano Antonio Dolce (a sinistra nella foto), responsabile Usca della Uil Sicilia e Area Vasta, e Danilo Borrelli (a destra), segretario della UilTemp Sicilia che aggiungono: «Pensiamo, inoltre, che con il nuovo piano della salute che varerà la Regione siciliana con le risorse del Pnrr si debba trovare un percorso per inserire queste figure nella sanità del domani».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche