Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
violenza sessuale

ASP e Ospedali

L'iniziativa

Tutela delle donne vittime di violenza, all’Asp di Ragusa corso di formazione sul “Codice rosa”

Nell'azienda sanitaria provinciale iblea è nato a novembre del 2013 per iniziativa di Biagio Aprile che ancora oggi ne è il Referente.

Tempo di lettura: 2 minuti

L’Asp di Ragusa in occasione della Giornata della Donna oltre ad organizzare numerosi appuntamenti dedicati a visite, prestazioni e screening negli ospedali e nei servizi sanitari territoriali, ha posto attenzione anche alla formazione.

Il corso “Codice Rosa: Violenza fisica e sessuale” rientra nel Progetto Obiettivo PSN – Piano Sanitario Nazionale – 2013 – azione 2.12 – “Implementazione del Codice Rosa e del raccordo operativo con i Servizi dedicati della rete sanitaria e del miglioramento dell’accoglienza e del comfort nei Pronto Soccorso”.

Un’iniziativa proposta e realizzata dalla direzione amministrativa degli ospedali riuniti di Ragusa “OC-OMPA”, responsabile del progetto la dr.ssa Gabriella Merlino.

Le attività hanno riguardato la formalizzazione di un protocollo d’intesa con l’azienda ospedaliera del “Papardo”, Capo fila del Progetto, il riuso di un software “Nage”, specifico per i Pronto Soccorso per intercettare i dati che riconducano alla violenza di genere un “alert” che stimola gli operatori sanitari a prestare maggiore attenzione; ma anche l’acquisto di arredi, attrezzature, kit di repertamento.

La formazione, un altro elemento fondamentale del progetto che ha visto la realizzazione del corso sul Codice Rosa con la numerosa partecipazione di medici e infermieri dei Servizi di Pronto Soccorso, delle UU.OO. di Pediatria e Ginecologia e di figure degli Istituti giudiziari.

All’Asp di Ragusa, il Codice Rosa nasce a novembre del 2013 per iniziativa di Biagio Aprile che ancora oggi ne è il Referente.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati