Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Policlinici

A Palermo

Tumore alla laringe, al Policlinico “Giaccone” diagnosi precoce e chirurgia mininvasiva

Attivo presso la UOC di Otorinolaringoiatria un ambulatorio multispecialistico per preservare la voce e tutte le funzioni della laringe.

Tempo di lettura: 3 minuti

Preservare la voce e tutte le funzioni della laringe. È uno degli obiettivi principali quando si punta ad eseguire una diagnosi tempestiva di un tumore che può colpire questa parte del corpo. È attivo presso l’UOC di Otorinolaringoiatria dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Policlinico “Giaccone” di Palermo, diretta dal Prof. Salvatore Gallina, l’ambulatorio di oncologia, rivolto allo screening, alla diagnosi precoce e al follow-up dei tumori maligni non solo della laringe, ma anche degli altri distretti testa-collo (cavo orale, rinofaringe), affiancandosi ad altre realtà ospedaliere della città.

L’ambulatorio è coordinato e diretto dal Prof. Carmelo Saraniti che da vent’anni si occupa di oncologia del distretto testa-collo, dalla diagnosi al trattamento, al follow-up e alla riabilitazione. Appropriatezza clinica e tecnologia: sono le due componenti che non possono mancare in questo tipo di percorso assistenziale. L’ambulatorio oncologico è dotato di strumentazioni diagnostiche innovative, quali microtelecamere endoscopiche associate a tecnologia N.B.I. (Narrow Band Imaging, Olympus): si tratta di un’apparecchiatura che permette di individuare con precisione lesioni sospette- anche di pochi millimetri- presenti sulle corde vocali, eseguendo quasi una biopsia visiva senza alcun trauma per il paziente.

L’intento è quello di individuare precocemente soggetti con lesioni altamente sospette o addirittura pre-cancerose per poter intervenire tempestivamente con una chirurgia mininvasiva e, quindi, prevenire la progressione verso forme più gravi ed avanzate di tumore laringeo.

Con microscopio operatorio e Laser CO2 di ultima generazione da oltre dieci anni vengono eseguiti interventi chirurgici oncologici con resezioni minime ma radicali con l’obiettivo di salvaguardare la laringe e le sue funzioni: respirare, parlare, mangiare. Chirurgia mininvasiva significa, infatti, minima resezione in laringe, con breve degenza e dimissione in pochi giorni se non dopo 24 ore.

«Non dobbiamo pensare più- precisa il Prof. Saraniti- che avere un tumore della laringe significhi necessariamente non parlare più e avere un “buco sul collo” per sempre. Prevenzione significa ridurre drasticamente questa eventualità; chirurgia mininvasiva significa togliere poco (della corda vocale) oggi, per evitare di dover togliere tutto (della laringe) domani».

«Presso l’UOC di Otorinolaringoiatria del Policlinico Universitario di Palermo- prosegue il Prof. Saraniti- trattiamo chirurgicamente anche pazienti con neoplasia laringea in stadio avanzato. In questo caso, parliamo di interventi chirurgici eseguiti per via esterna ovvero: laringectomie parziali (sopraglottica, sopracricoidea e sopratracheale) che, quindi, non prevedono un tracheostoma permanente e permettono di mantenere una buona qualità della voce, e laringectomie totali, anche quelle che necessitano di ricostruzioni con lembi microchirurgici. In caso di laringectomia totale, il paziente può riprendere a parlare grazie all’impianto di protesi fonatorie, spesso impiantate in un unico tempo durante l’intervento di laringectomia con rapido recupero della voce”.

Anche in questo tipo di operazioni la possibilità di contare su una équipe multidisciplinare fa la differenza; ciascun caso, infatti, viene studiato e discusso all’interno del G.O.T.E.C. (Gruppo Oncologico Testa E Collo): un team composto da più specialisti (oncologo medico, radiologo, radioterapista, otorinolaringoiatra, odontostomatologo, chirurgo plastico, anatomopatologo)- con l’obiettivo di selezionare il trattamento più appropriato per ogni singolo paziente.

È possibile prenotare una visita telefonando al numero 3669513070 lunedì, mercoledì e venerdì dalle 14 alle 18.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche