Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
fratture

ASP e Ospedali

Il 21 aprile

Traumatologia del piede, esperti a confronto a Ragusa Ibla

Sabato 21 aprile all'auditorium "San Vincenzo Ferreri" con un approfondimento sulla frattura del calcagno. Presidente dell'evento è Giorgio Sallemi, direttore dell'U.O.C. di Ortopedia degli ospedali Riuniti di Ragusa.

Tempo di lettura: 2 minuti

RAGUSA. Sabato 21 aprile all’auditorium “San Vincenzo Ferreri” (Ragusa Ibla) a partire dalle 9 si svolgerò l’incontro di aggiornamento “Parliamo di fratture di calcagno”.

Nella cornice barocca troveranno ospitalità alcuni esperti di traumatologia del piede e si confronteranno su un aspetto dell’ortopedia molto delicato quello della frattura del calcagno.

Presidente dell’evento è Giorgio Sallemi (nella foto), direttore dell’U.O.C. di Ortopedia degli ospedali Riuniti di Ragusa (Asp Ragusa ) che si è intestato l’organizzazione dell’incontro e ha commentato: «I traumi del piede rappresentano una sfida per i chirurghi ortopedici, specialmente per la discrepanza fra i risultati ottenibili e le aspettative dei pazienti. Ho voluto dedicare un’intera giornata a questo argomento, nella speranza di poter chiarire i trattamenti più appropriati per ottenere i migliori risultati possibili. Ecco perché ho voluto la presenza di esperti che daranno n un contributo attraverso le loro relazioni.»

Il Chirurgo ortopedico aggiunge: «Le fratture di calcagno sono quasi sempre il risultato di un trauma ad alta energia e, per questo, sono spesso associate ad altre lesioni significative. La classificazione e le indicazioni per la chirurgia devono essere ben chiare e si devono spiegare al paziente i rischi e i benefici del trattamento. I fini della chirurgia sono di ristabilire la corretta anatomia delle superfici articolari e le corrette misure del calcagno. Il rispetto per i tessuti molli è fondamentale prima, durante e dopo la chirurgia».

 

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati