trasporto pazienti
ASP

Trasporto di pazienti, al via avviso pubblico dell’Asp di Trapani

11 maggio 2018

Rivolto agli enti del terzo settore, prevede la stipula di una convenzione per il servizio di trasferimento secondario. Istanze fino al 24 maggio.

 

di

Emanato dall’ASP di Trapani un avviso pubblico per l’individuazione di enti del terzo settore, per la stipula di una convenzione per il servizio di trasferimento secondario di pazienti.

L’Azienda Sanitaria Provinciale di Trapani intende così acquisire la disponibilità di associazioni o consorzi di organizzazioni di volontariato, cooperative sociali o enti di pubblica assistenza, senza finalità di lucro, al fine di selezionare quelle necessarie per la stipula di una o più convenzioni per l’affidamento di questa attività, ai sensi del Codice del Terzo Settore.

«La necessità di questo servizio- spiega il commissario dell’ASP Giovanni Bavetta- mi è stata avanzata dai direttori del dipartimento Cure primarie e dei presidi ospedalieri del nostro territorio. Abbiamo l’esigenza, nell’ottica di un unico grande ospedale provinciale per intensità di cura, di svolgere un rapido ed efficace servizio di trasferimento di pazienti dai reparti ospedalieri ad altre forme di assistenza territoriale e dipartimentale, come R.S.A., Hospice, Radioterapia e altre nostre strutture sanitarie, nell’ambito delle ‘dimissioni protette’, per garantire la continuità assistenziale. Per questo abbiamo ritenuto opportuno coinvolgere quel volontariato sociale che opera nel campo della salute».

I servizi di trasferimento di pazienti verso queste strutture sanitarie, dovranno essere svolti per i seguenti presidi ospedalieri:

– P.O. “S. Antonio Abate” di Trapani (numero annuo di trasferimenti 115);

– P.O. “San Vito e Santo Spirito” di Alcamo (587);

– P.O. “Vittorio Emanuele III” di Salemi (105);

– P.O. “Abete Ajello” di Mazara del Vallo (10);

– P.O. “Vittorio Emanuele II” di Castelvetrano; (162)

– P.O. “P. Borsellino” di Marsala (398).

Tali servizi si riferiscono solo ai percorsi di sola andata dalle strutture ospedaliere/Pronto soccorso verso le altre forme di assistenza territoriale, e nell’espletamento del servizio di trasporto in convenzione l’associazione deve attenersi ai protocolli ospedalieri.

I rapporti finanziari tra l’A.S.P. e l’ente senza fini di lucro dovranno riguardare esclusivamente i rimborsi strettamente connessi al servizio da espletare.

Il bando scade giovedì 24 maggio 2018, ed è consultabile a questo link: clicca qui.

Le proposte pervenute saranno esaminate da una apposita commissione giudicatrice, nominata dal Commissario dell’ASP.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV