Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
alta specializzazione

Dal palazzo

Ecco foto e video

Trapianti e cure di alta specializzazione, protocollo d’intesa tra Sicilia e Malta

L'assessore Razza: «Favoriamo ulteriormente l'accesso della popolazione maltese a quelle terapie che a Malta non sono al momento disponibili».

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Un protocollo di intesa tra il governo maltese e quello siciliano per rafforzare la cooperazione nel settore dei trapianti e delle cure avanzate.

È stato siglato stamattina a Palazzo d’Orleans, dall’assessore alla Salute Ruggero Razza, l’ambasciatore di Malta in Italia Vanessa Fraizer, il direttore del centro regionale Trapianti Bruna Piazza e il direttore dell’Istituto Mediterraneo Trapianti e terapie di alta specializzazione (ISMETT) Angelo Luca.

Presenti alla sigla dell’ accordo il presidente della Repubblica di Malta Marie Louise Coleiro Preca, il presidente della Regione siciliana Nello Musumeci, il ministro della Salute maltese Chris Fearne e Alessandro Nanni Costa  (direttore del Centro nazionale trapianti).

«Con una nuova intesa favoriamo ulteriormente l’accesso della popolazione maltese alle terapie di alta specializzazioni che a Malta non sono al momento disponibili- ha dettoRazza, spiegando gli obiettivi del protocollo- Si tratta di un accordo già avviato negli anni precedenti per proseguire un percorso comune nell’area della formazione, dello sviluppo professionale e dell’assistenza sanitaria nel campo dei trapianti e delle terapie ad alta specializzazione».

Il protocollo stabilisce la presa in carico da parte di Ismett di pazienti maltesi con patologie difficili che richiedono procedure di trapianto di organi a favore di pazienti adulti o pediatrici.

I medici specialisti maltesi saranno in contatto con l’ ISMETT tramite il Treatment Abroad Committee, organismo di mediazione del Ministero della Salute maltese che verificherà di volta in volta le disponibilità e si occuperà del trasferimento in sicurezza dei pazienti.

Previsto anche l’accesso a programmi di formazione specialistica offerti a tirocinanti maltesi che desiderano acquisire competenze su procedure avanzate e innovative e la partecipazione congiunta a progetti di ricerca.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati