Tempestività nei pagamenti, obiettivo raggiunto all’Asp di Ragusa

23 Luglio 2020

Pubblicati nella sezione "Amministrazione Trasparente" del sito internet aziendale i dati aggiornati per il pagamento dei fornitori, così come previsto dalla normativa vigente.

 

di

Pubblicati nella sezione “Amministrazione Trasparente” del sito internet dell’Asp di Ragusa i dati aggiornati per il pagamento dei fornitori, così come previsto dalla normativa vigente in materia di pagamenti nelle pubbliche amministrazioni.

«L’Azienda ragusana registra come sempre-  sottolinea il direttore del SEFP (Servizio Economico Finanziario Patrimoniale) Massimo Cicero– con riferimento al secondo trimestre 2020, un risultato che la pone fra le prime in Italia nel rispetto dei tempi di pagamento, a fronte di tempi pari a massimo sessanta giorni per l’effettuazione dei pagamenti. L’Asp di Ragusa, quindi, paga i propri fornitori, mediatamente, al 35° giorno. Il risultato è stato possibile grazie all’acquisizione di un applicativo- denominato “Fascicolo di Liquidazione”– che ha permesso di digitalizzare tutto il processo del Ciclo Passivo, a vantaggio sia del rispetto dei tempi di pagamento che della sicurezza dei processi e alla quasi totale scomparsa dell’utilizzo della carta».

L’indice di tempestività dei pagamenti è definito in termini di ritardo medio di pagamento dalla data di scadenza stabilita, di norma in sessanta giorni, salvo diversa pattuizione tra le parti.

L’obbligo per le PA di pubblicare tale indice è stato introdotto dal d. lgs. 33/2013, relativo al riordino della disciplina sugli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle PA, e poi modificato dal DL 66/2014.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV