Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Salute e benessere

L'iniziativa

Teleassistenza ai pazienti fibromialgici, al via “Fibromyapp”

Sarà online alla fine di questo mese ed è un’applicazione realizzata dall’associazione “Aisf Odv” in collaborazione con la UOC di “Reumatologia” dell’Ospedale “Sacco” di Milano.

Tempo di lettura: 3 minuti

Con l’obiettivo di fornire teleassistenza h24 ai pazienti fibromialgici è nata “Fibromyapp”, un’applicazione realizzata dall’associazione “Aisf Odv” in collaborazione con la UOC di “Reumatologia” dell’Ospedale “Sacco” di Milano. L’App è il primo progetto italiano strutturato di teleassistenza e telemonitoraggio sanitario per i pazienti con sindrome fibromialgica e costituirà una rete capillare di assistenza per i pazienti affetti da questa patologia, atta a garantire un follow-up costante e di rapida consultazione.

Il teleconsulto con degli specialisti avverrà nei giorni e negli orari precedentemente stabiliti, tramite questionari di autovalutazione compilati direttamente dai pazienti, che comprenderanno tutti i parametri significativi della patologia da mostrare al medico per valutare l’andamento della malattia. Si potranno così garantire un’assistenza e un monitoraggio continuativo per le principali problematiche relative alla sindrome fibromialgica, aumentando la qualità della vita e la soddisfazione dei pazienti e dei loro famigliari.

«L’auto-valutazione, l’auto-monitoraggio e il self-management in molte patologie sono già oggi una realtà e hanno lo scopo ultimo di responsabilizzare maggiormente il paziente, perché chi è affetto da una patologia cronica deve imparare ad essere indipendente e avere un ruolo attivo e positivo nei confronti della propria condizione, ma deve anche essere monitorato efficacemente effettuando un numero minore di visite specialistiche annuali, aspetto tanto più importante ora che i pazienti cronici sono estremamente numerosi» precisa Giusy Fabio, vicepresidente Aisf Odv.

“Fibromyapp” non è un servizio di telemedicina, gli incontri online con i medici non saranno visite e non si faranno diagnosi. Si tratta di un consulto utile a dare e ricevere informazioni a supporto della condizione che vive il malato. Attraverso “Fibromyapp”, quindi, sarà possibile interloquire non solo con i medici, ma anche con i referenti delle sezioni Aisf per ricevere informazioni inerenti l’attività dell’associazione.

«Il confronto diretto con il medico o con un referente può sciogliere dubbi, preoccupazioni, è possibile dare indicazioni, consigli e assistenza, pertanto è un’opportunità importante per i pazienti che in questo periodo di emergenza sanitaria difficilmente hanno possibilità di contattare un medico, rimanendo nella loro solitudine e nel loro isolamento, sopportando un peggioramento dei sintomi senza avere alcuna risposta. Esprimiamo soddisfazione per questa idea, divenuta realtà che con grande affetto e solidarietà mettiamo a disposizione di chi ne ha bisogno» dichiara ancora Giusy Fabio.

Per potere accedere a “Fibromyapp” occorre essere socio Aisf e in regola con la quota associativa annuale. Bisogna quindi loggarsi, inserendo le stesse username e password di quelle usate per accedere alla propria area riservata del sito. Non è necessario effettuare il download, quindi, direttamente dal portale si può chiedere un consulto, cliccando sul pulsante “teleconsulto”, inserendo poi l’ora e la giornata scelta per avviare l’incontro online col medico o con i referenti dell’associazione.

Al momento sono due le giornate destinate per i medici (martedì 18-19 e sabato 9-10) e una giornata per i referenti dell’associazione (giovedì 15-16), un’ora per ciascuna giornata, per cui gli incontri saranno di 15 minuti e si terranno dentro la camera virtuale. Il medico e il paziente potranno vedersi, parlare, scambiarsi documenti e allegati. Allo scadere dei 15 minuti un segnale audio indicherà la fine del tempo a disposizione e verrà staccato il collegamento. L’App sarà online alla fine di questo mese.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati