Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
nursind agrigento

Dal palazzo

Il consigliere Barba: «Eppure abbiamo 30 mila iscritti...»

Infermieri, il sindacato Nursind non convocato al tavolo nazionale: scoppia la polemica

A protestare contro la decisione dell'Ipasvi relativa al vertice in programma il 18 giugno a Roma è Osvaldo Barba (consigliere nazionale): «È una scelta davvero assurda se consideriamo che al Nursind sono iscritti 30 mila infermieri».

Tempo di lettura: 1 minuto

ROMA. Al tavolo nazionale dove si discuterà sul futuro della professione di infermiere non è stato invitato il Nursind, unico sindacato italiano che tutela esclusivamente le professioni infermieristiche. A protestare è Osvaldo Barba, consigliere nazionale del Nursind, in vista dell’incontro previsto per martedì 28 giugno a Roma.

Il tavolo è stato convocato dall’Ipasvi, la federazione a cui sono iscritti obbligatoriamente tutti gli infermieri per poter esercitare la professione (una sorta di Ordine). Si deve discutere del futuro della professione, delle competenze avanzate da affidare.

Ma ad essere invitati- scrive in una nota il Nursind- sono stati solo Cgil, Cisl e Uil e non tutte le associazioni di categoria con particolare specializzazione sanitaria. «Noi siamo l’unico sindacato che tutela esclusivamente gli infermieri– dice Barba- È una scelta davvero assurda se consideriamo che 30 mila infermieri sono iscritti al Nursind».

Barba si rivolge quindi alla presidente dell’Ipasvi, Barbara Mangiacavalli, chiedendo «come mai non ha sentito il dovere di invitare unico sindacato esclusivo selle professioni infermieristiche?». Tra l’altro, prosegue l’esponente del Nursind, «l’invito a partecipare è spontaneamente o tramite incentivi? E ci saranno incentivi per tutti o si rischiano discriminazioni per gli iscritti al Nursind? Quello che è successo è molto grave».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati