Emergenza urgenza

Ecco i dettagli

Tariffe orarie di infermieri e medici del 118 siciliano, al via tavolo tecnico: protesta sospesa

L'annuncio dei sindacati dopo un vertice con il dirigente generale Salvatore Iacolino. La prima riunione è fissata per il 4 aprile

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. Si ferma, almeno per il momento, la protesta dei sindacati che sollecitano un maggiore aumento delle tariffe orarie di medici e infermieri del 118 siciliano. L’annuncio è stato dato oggi al termine di un vertice che si è svolto nella sede dell’assessorato regionale alla Salute con il dirigente generale Salvatore Iacolino (nella foto di Insanitas) riguardo alla rideterminazione delle Tariffe del Sistema Emergenza Urgenza Sanitaria 118, a seguito della proclamazione di una manifestazione regionale prevista per il 22 marzo.

Le Segreterie Regionali di FP CGIL, FP CGIL MEDICI, UIL FPL, UIL FPL MEDICI, NURSIND, NURSING UP e AAROI Emac Sezione Sicilia affermano: «Prendiamo atto della riapertura del confronto attraverso l’istituzione di un Tavolo Tecnico “ad hoc”, la cui prima riunione è fissata per il 4 aprile alle ore 15. Il dirigente generale Iacolino, riconoscendo l’inadeguatezza delle tariffe e il valore delle professionalità in campo, medici e infermieri, ha dichiarato che sarà cura dell’Assessorato reperire nuove risorse annunciando un incontro presso il Ministero della Salute, a Roma, per il 16 aprile. Pertanto, abbiamo deciso unitamente di sospendere la manifestazione già indetta per il 22 marzo, in attesa degli sviluppi del Tavolo Tecnico».

La nota di Confintesa Sanità

«Pur apprezzando l’apertura da parte dell’Assessorato, avevamo sottolineato come l’aumento fosse ancora al di sotto della media nazionale, motivo per il quale Confintesa aveva chiesto un ulteriore incontro per cercare di riaprire un tavolo di concertazione in modo da poter verificare l’eventuale possibilità di migliorare l’aumento delle tariffe. Incontro che si e tenuto oggi in Assessorato dove, dopo ampia discussione si è deciso di costituire un tavolo tecnico per cercare le soluzioni migliori atte a migliorare il servizio e diminuire il gap con le altre regioni italiane. Per Confintesa Sanità Sicilia era presente Biagio Sarmentino. Per Confintesa Sanità faranno parte del tavolo tecnico Domenico Amato (Segretario Regionale Confintesa Sanità Sicilia) e Biagio Sarmentino. Per il comparto medici Confintesa, farà parte Renato Agugliaro (Segretario Regionale Confintesa Medici Sicilia) e Guglielmo Russo».

La nota della Fials

«Condividiamo la scelta e la disponibilità dell’assessorato alla Salute a trovare nuove risorse per aumentare le tariffe del 118». Lo afferma la Fials Sicilia che ha partecipato all’incontro convocato dall’assessorato per discutere della proposta di aumento delle tariffe del 20 per cento, ritenuta esigua dai lavoratori. «A fronte purtroppo della evidente carenza di risorse- spiega il segretario regionale della Fials, Sandro Idonea– apprezziamo la decisione dell’assessorato di convocare un tavolo tecnico permanente per trovare insieme soluzioni utili a migliorare le tariffe e soprattutto a trovare più risorse avviando interlocuzioni col governo nazionale».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche