«Tamponi e test sierologici, si dia il via libera pure alle farmacie siciliane»

22 Novembre 2020

L'intervista video di Insanitas. A lanciare l'appello è il segretario nazionale Roberto Tobia, che parla pure della carenza di contenitori per l'ossigeno.

di Sonia Sabatino

PALERMO. «Le farmacie sono una parte integrante del Sistema Sanitario Nazionale e Regionale che può mettere a disposizione dei pazienti uno strumento utile alla collettività e al servizio regionale per il controllo dell’epidemia».

Lo sottolinea nella nostra intervista video Roberto Tobia, segretario nazionale di “Federfarma” e presidente della sezione palermitana, lanciando un appello affinchè anche in Sicilia sia consentito alla farmacie di effettuare tamponi rapidi e test sierologici, come già sta accadendo altrove nel resto d’Italia.

«Purtroppo qui ancora non abbiamo avuto nessuna notizia sulla possibilità di effettuarli. I farmacisti sono personale medico specializzato, perché nel frattempo stanno seguendo gli appositi di corsi che li abilitano ad effettuare i test all’interno della farmacia o all’esterno con gazebo e camper», sottolinea il segretario nazionale di “Federfarma”.

Sulle problematiche relative all’ossigeno, invece, Tobia lancia un appello alla cittadinanza: «Il problema è la mancanza dei contenitori. Mi rivolgo a tutti coloro che tengono in casa bombole di ossigeno che in questo momento non utilizzano, restituitele alle farmacie perché sono fondamentali per salvare delle vite».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV