Talassemia, i farmacisti palermitani donano 10 mila euro all’associazione Piera Cutino

15 dicembre 2017

Grande successo per la serata di beneficenza organizzata da Federfarma e dall’Ordine.

di Redazione

La serata di beneficenza organizzata ieri da Federfarma Palermo e dall’Ordine dei farmacisti di Palermo ha permesso di raccogliere 10 mila euro, consegnati dal presidente di Federfarma Palermo-Utifarma, Roberto Tobia, al direttore dell’Associazione “Piera Cutino-Guarire dalla talassemia”, Sergio Mangano, e al prof. Aurelio Maggio, direttore del dipartimento di Ematologia e Oncologia dell’ospedale “Cervello” di Palermo.

La serata, condotta da Massimo Minutella e animata dall’attore Ernesto Maria Ponte e dalla Kilimangiaro Band, ha visto la partecipazione, fra gli altri, del direttore generale dell’Asp di Palermo, Antonio Candela; del direttore del Dipartimento farmaceutico dell’Asp, Maurizio Pastorello; del segretario dell’Ordine dei farmacisti, Mario Bilardo; del prorettore per la ricerca dell’Università di Palermo, Girolamo Cirrincione; del deputato nazionale Teresa Piccione e del deputato regionale Giuseppe Lupo.

Mangano ha annunciato che grazie a questa donazione  «una giovane biologa palermitana potrà svolgere uno stage di ricerca presso il Laboratorio di Genetica medica dell’ente Ospedali Galliera di Genova diretto dal prof. Domenico Coviello che opera in partnership con l’Istituto Gaslini di Genova, per una ricerca sui benefici dell’applicazione alle malattie genetiche rare della tecnica Array-Comparative Genomic Hybriditization che consente di identificare anomalie cromosomiche».

«Al termine di questa formazione- ha aggiunto Mangano- la biologa tornerà a Palermo, consentendo ai laboratori del Campus di ematologia ‘Cutino’, in collaborazione con l’Unità operativa e Centro di riferimento e controllo e cura della Sindrome di Down e delle Patologie cromosomiche e genetiche dell’ospedale ‘Cervello’, diretta dalla prof. Maria Piccione, di ottenere diagnosi più approfondite di un ampio spettro di malattie genetiche rare. Questo consentirà di ridurre la migrazione sanitaria di pazienti verso altre regioni e di migliorare la qualità della vita loro e dei loro familiari».

«Nel 2018 l’Associazione Cutino compirà 20 anni- ha concluso Mangano– durante i quali, grazie al contributo dei privati, abbiamo fra l’altro costruito e donato all’Ospedale Cervello il Campus di Ematologia e attivato la Biobanca. Sono in programma altre iniziative nel campo della ricerca e dell’innovazione per migliorare sempre più la qualità delle cure a favore dei pazienti affetti da talassemia e altre malattie del sangue».

«Si moltiplica l’impegno dei farmacisti palermitani- ha sottolineato Tobia– Nel territorio svolgono un fondamentale ruolo sociale a sostegno di tante iniziative di volontariato che supportano il Servizio sanitario pubblico nel fornire assistenza a chi non può permettersi le cure o a chi affida la propria guarigione alla speranza nella ricerca scientifica. C’è da fare ancora tanto e noi ci siamo».

«Considero le 329 farmacie di Palermo e provincia- ha concluso Candela- non come botteghe, ma come primo presidio del servizio pubblico nel territorio, soprattutto nelle zone disagiate e più distanti dai poli sanitari di riferimento. In farmacia il paziente viene accolto come se fosse a casa propria e riceve un servizio prezioso. Anche per questo abbiamo reso puntuali i pagamenti alle farmacie, siamo la prima Asp d’Italia per tempi di rimborso, proprio come doveroso riconoscimento a questo impegno svolto spesso con enormi sacrifici. Ritengo dunque sempre più necessaria una piena integrazione dell’attività di questi professionisti a fianco dell’Asp, degli ospedali e dei medici di medicina generale».

Aurelio Maggio, Roberto Tobia e Sergio Mangano

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV