Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

Il plauso di Sicindustria

Strutture socio-sanitarie e Rsa, via libera al ristoro di gran parte del budget 2020

La Regione con un provvedimento garantisce il 90 per cento della quota di budget, che a causa della pandemia da Covid 19 non è stato coperto dalle prestazioni rese e rendicontate. Il plauso di Sicindustria.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. La Regione va in soccorso delle Strutture socio-sanitarie siciliane e delle Rsa, le Residenze sanitarie assistite, con un provvedimento che garantisce, a titolo di ristoro, il 90 per cento della quota di budget assegnato per il 2020 e che, a causa della pandemia da Covid 19, non è stato coperto dalle prestazioni rese e rendicontate.

«Si tratta- dice Francesco Ruggeri, presidente della sezione ‘Strutture socio-sanitarie’ di Sicindustria– di un provvedimento importante e non scontato per il quale Sicindustria si è battuta e che garantirà alle strutture quasi l’intero budget della convenzione stipulata, non tenendo conto dei letti vuoti causati dalla tragedia Covid e della riduzione delle prestazioni dovuta ai provvedimenti di sospensione delle attività e alla progressiva riduzione delle presenze da parte dei soggetti in trattamento che, in questa fase emergenziale, sono stati indotti a interrompere o comunque a diradare le modalità di attuazione indicate dai rispettivi Piani terapeutici individuali».

Il provvedimento a firma dell’assessore regionale per la Salute, Ruggero Razza, prevede inoltre la possibilità per le strutture socio sanitarie accreditate e per le Rsa di “reclutare personale medico, infermieristico e ausiliare, mediante il ricorso a forme di esternalizzazione del servizio”.

«Oggi- continua Ruggeri- la possibilità di reclutare personale sanitario per le nostre strutture è di vitale importanza. La pandemia ha infatti messo in evidenza una emergenza nell’emergenza, ossia la carenza di personale medico determinata da una serie di scelte compiute in trent’anni sia sul fronte sanitario sia su quello formativo. È per questo che un plauso particolare vorrei rivolgerlo all’assessore Razza e a tutto il suo staff per la sensibilità e la grande attenzione dimostrata verso il comparto».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati