Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

Bocche cucite sul nuovo vertice tra i dg e Crocetta

Stiamo perdendo la salute

Non si parla più di rete ospedaliera, ma si continua a promettere un numero spropositato di assunzioni, senza spiegare come e quando.

Tempo di lettura: 2 minuti

Stavolta il silenzio c’è stato. Nulla è trapelato di quanto detto durante l’incontro tra i direttori generali della sanità siciliana, il Presidente della Regione e l’Assessore Gucciardi e il suo staff, prima fra tutti la plenipotenziaria Letizia Di Liberti.

Eppure qualcosa sarà successo perché lo stesso Assessore qualche giorno dopo bacchettava i traditori, coloro che avevano parlato, violando l’ordine perentorio del silenzio.

A giudicare poi dalle esternazioni di Saro Crocetta da Gela, pubblicate nei giornali, in cui si promettono “salvataggi di Ospedali per tutti” da Salemi a Mazzarino, da Partinico a Scicli, sarà certamente partito un ordine preciso: La colpa è del Ministero e del Ministro Lorenzin, di questo maledetto Decreto “Balducci” (per favore qualcuno spieghi a Crocetta che si chiama Balduzzi).

E così non si parla più di rete ospedaliera, ma si continua a promettere un numero spropositato di assunzioni, senza spiegare come e quando. 

E per il resto tutto tace, tutto si cerca di dimenticare, mentre si incontrano silenziosamente i direttori delle aziende e i deputati della maggioranza (non tutta però, perché con certuni è meglio non averci a che fare) e si tratta su unità operative complesse e semplici, come fosse un mercato, come se non si parlasse di salute ma di numeri.

E si spera, si spera che il Ministero e la feroce Ministra Lorenzin siano convinti e costretti a più miti comportamenti da altri autorevoli componenti del governo nazionale, perché questa terra non possiamo certo consegnarla ai maledetti grillini, piuttosto uccidiamola, piuttosto togliamole la Salute.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati