stabilizzazione

Stabilizzazioni, la Fials Sicilia: «Le aziende sanitarie applichino subito le nuove norme»

2 Gennaio 2020

Il sindacato commenta l'estensione temporale dei requisiti di anzianità e l'allargamento alla platea di tutti i precari.

 

di

PALERMO. «Si chiude finalmente l’era del precariato nella sanità, rendendo giustizia a una platea di lavoratori che erano stati ingiustamente esclusi dai benefici della legge». Lo afferma in una nota la segretaria regionale della Fials-Confsal Sicilia, commentando il via libera nella legge di Bilancio nazionale alla nuove norme relative alla stabilizzazione.

«Due sono le principali novità- aggiunge il sindacato- Intanto è stato stabilito l’ampliamento dei termini per la maturazione dei requisiti previsti dalla legge Madia, spostati dal 31 dicembre 2017 al 31 dicembre 2019. In secondo luogo, grazie all’emendamento dell’onorevole Sudano, è stata introdotta la possibilità di includere, nella platea degli aventi diritto, anche il personale amministrativo e tecnico che era stato escluso da una lettura restrittiva della legge. Il sindacato si augura che a breve le aziende possano attivarsi nell’adempimento delle procedure, per poter dare pace al travagliato mondo della sanità caratterizzato da gravissime carenze di organico che potranno finalmente essere colmate».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV