asp messina

Stabilizzazione del personale Infermieristico: scontro fra La Paglia e la UIL FPL

8 Luglio 2020

Il direttore generale Paolo La Paglia scrive una nota in risposa alle accuse mosse dal sindacato

 

di

Si inasprisce il confronto fra la direzione generale dell’Asp di Messina e la segreteria provinciale della UIL FPL . Il terreno di scontro è rappresentato dalla stabilizzazione del personale infermieristico.

“In merito alla stabilizzazione di personale infermieristico, nella nota a sua firma del 6 luglio il Dott. Pippo Calapai. Segretario Generale UIL FPL Messina, tralascia di citare e analizzare tutta la normativa in materia – scrive il direttore generale Paolo La Paglia –  Il D.Lgs 75/2017 (cosiddetto Madia) nasce con la finalità di tutelare il lavoro precario.

Leggendo la nota è strano che Pippo Calapai non dica che i due nominativi citati sono già dipendenti a tempo indeterminato dell’ASP di Messina, e non sono personale precario. Mi pare oltremodo insolito che l’esperto Pippo Calapai non abbia conoscenza e non citi la recente pronuncia giurisprudenziale della Corte di Cassazione n. 20 del 3 febbraio 2020 in materia. Non riesco infine a credere che alla UIL FPL non abbiano contezza della circolare assessoriale n. 25846 del 4 giugno 2020 in materia, a firma del Dirigente Generale Dipartimento Pianificazione Strategica Mario La Rocca e dell’Assessore Regionale della Salute Ruggero Razza. Si rassegni il buon Pippo Calapai, le decisioni all’ASP di Messina vengono sempre prese collegialmente e in virtù di un rigoroso ossequio alle disposizioni di legge.”

Calapai nella sua nota esprimeva disappunto per il mancato rinnovo di alcuni contratti di precari, ormai prossimi alla stabilizzazione, facendo particolare riferimento a due dirigenti sanitari dell’area infermieristica che, secondo quanto lamentato dalla UIL FPL sarebbero stati rimandati a svolgere la loro attività nei profili di appartenenza, cioè nella categoria Ds. “Per memoria – scrive nella sua nota Calapai – si rammenta alla S.V. che il comma 5 dell’art.20 del succitato D.lgs prevede che non si possono instaurare altri rapporti di lavoro a tempo determinato in presenza di altri soggetti aventi diritto alla procedura di stabilizzazione. Mentre il comma 8 dell’art.20 prevede per i lavoratori che hanno maturato il requisito della stabilizzazione di poter essere mantenuti in servizio fino al completamento delle procedure previste per la stabilizzazione. Invece codesta amministrazione, contravvenendo a tale norma, ha bandito un concorso a tempo determinato per il medesimo profilo dirigenziale”.

“Relativamente alla dirigenza infermieristica -continua a rispondere La Paglia – la UIL Fpl di Messina “dimentica” di dire che l’ASP di Messina ha dato ampia dimostrazione di volere investire nella dirigenza delle professioni sanitarie e infermieristiche, tanto è vero che nel nuovo atto aziendale ha previsto ulteriori posti in dotazione organica, e prima in Sicilia ha istituito la Struttura Complessa. Spero non me me voglia il mio amico Pippo Calapai se questa volta sarò tentato io, come lui ha già fatto tante volte negli ultimi mesi, a scrivere all’Assessore Razza per chiedere il “Commissariamento della UIL FPL di Messina”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV