Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
vertice

Dal palazzo

L'annuncio

Stabilizzazione dei precari di Asp ed ospedali siciliani, l’11 aprile nuovo vertice in assessorato

Lo fa sapere il sindacato Nursind, reduce da un incontro nella sede di piazza Ziino. L'obiettivo è stabilire ed uniformare le procedure.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Il prossimo 11 aprile è stata convocata una nuova riunione in assessorato alla Salute, con tutti i direttori e commissari straordinari, per stabilire ed uniformare le procedure di stabilizzazione dei precari della Sanità siciliana.

Lo fanno sapere i dirigenti sindacali del Nursind, dopo avere partecipato a un altro incontro nella sede di piazza Ziino, a Palermo. Si è discusso della rimodulazione ospedaliera e dell’approvazione dell’atto aziendale, con particolare attenzione al destino dei piccoli ospedali in vista dell’annunciata “riconversione” e del rischio di chiusura di diverse unità complesse.

«È stato un incontro molto proficuo per i contenuti esposti- dicono Osvaldo Barba e Giuseppe Provinzano del Nursind nisseno- Apprendiamo che nelle prossime ore per Caltanissetta finalmente dovrebbe essere deliberata la rimodulazione ospedaliera da parte dell’Asp. Esprimiamo forti dubbi che il contenuto possa contenere tutte quelle modifiche ed integrazioni che il management uscente ha avuto modo di ricevere dagli incontri con i sindaci e con le organizzazioni sindacali».

«Se così non fosse- proseguono i due- richiederemo un incontro immediato con il commissario straordinario dell’Asp al fine di far giungere la delibera in commissione Sanità per l’approvazione definitiva e fare in modo che la stessa possa essere conforme alle esigenze e ai fortissimi disagi di un territorio oro-geograficamente complesso come quello della provincia di Caltanissetta».

Il Nursind ha chiesto all’assessorato «di prendere contezza dei disagi economici che stanno vivendo tutti i dipendenti dell’Asp di Caltanissetta a causa degli estenuanti ritardi nei pagamenti per progetti obiettivi, indennità varie e per le attività aggiuntive che garantiscono i servizi di emergenza, come ad esempio quello del Pte di San Cataldo».

NELLA FOTO, da sinistra, in alto: Ignazio Curto, Osvaldo Barba, Giuseppe Provinzano, Giuseppe Mantio, Andrea Maira, Orazio Maganuco, Aurelio Guerriero. Seduti Pino Liberti, Gaspare Noto e Domenico Corfù.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati