Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
Anaao Assomed Tony Palermo

Dal palazzo

Stabilizzazione dei precari della dirigenza medica, Anaao Assomed “ci appelliamo alla coscienza dei politici siciliani”

Il sindacato Anaao Assomed Sicilia si appella alla responsabilità e coscienza dei politici siciliani affinché il voto dell’emendamento dia esito positivo

Tempo di lettura: 2 minuti

Anche l’Anaao Assomed interviene sul voto d’aula previsto per domani sull’emendamento aggiuntivo al Collegato alla Finanziaria, inerente l’estensione dei benefici della Legge Madia alle figure della Sanità regionale precedentemente esclusi. Si tratta di medici, sanitari, personale tecnico-professionale e amministrativo, non rientrati nella stabilizzazione dello scorso anno.

“Il sindacato Anaao Assomed Sicilia si appella alla responsabilità e coscienza dei politici siciliani affinché il voto dell’emendamento dia esito positivo – si legge nella nota diramata alla stampa – allo scopo di garantire un’adeguata offerta sanitaria ai cittadini e di superare la criticità del precariato in sanità, valorizzando le professionalità acquisite sul campo”.

“L’approvazione di tale emendamento –sottolinea la segreteria regionale del sindacato dei medici e dirigenti sanitari, guidata da Toni Palermo– rappresenterebbe un importante passo avanti ed una risposta efficace per il superamento del fenomeno del precariato all’interno del Sistema Sanitario Regionale, che per quanto abbia trovato in parte soluzione nella recente applicazione della Legge Madia, ha lasciato fuori molti professionisti per motivazioni tecniche.

Tale provvedimento, trasformando gli ancora numerosi rapporti di lavoro flessibili in contratti a tempo indeterminato –conclude l’Anaao Assomed siciliana- sarebbe un giusto e dovuto riconoscimento della professionalità dei tanti precari della sanità siciliana. La competenza e dedizione di questo personale contribuisce quotidianamente al mantenimento dei livelli essenziali di assistenza e al buon funzionamento della sanità nella nostra Regione”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati