morbillo farmaci oncologici violenza sessuale corruzione rete ospedaliera anestesisti commissari medicina generale cordoglio risparmio energetico contratti manager trauma center

Stabilizzazione dei medici del 118, Razza smentisce la Fimmg: «Il Tar non ha sospeso il decreto»

16 Maggio 2019

L'assessore regionale alla Salute replica alle dichiarazioni diffuse dal segretario regionale Luigi Galvano.

 

di

PALERMO. “Al solito il dr. Galvano mantiene il proprio ruolo di mistificatore in servizio permanente: il Tar di Palermo, che aveva preventivamente sospeso il DA sulla stabilizzazione del 118, ha revocato la sospensione cautelare e concesso solo la fissazione nel merito (prevista per il prossimo 28 novembre ndr)”.

Lo afferma l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, commentando le dichiarazioni diffuse dal segretario regionale della Fimmg, Luigi Galvano dopo la decisione assunta dal Tar di Palermo sulla stabilizzazione del personale medico Est 118 (leggi qui) .

Razza chiarisce che “i giudici del Tribunale amministrativo hanno stabilito che non vi è alcuna paralisi degli effetti del Decreto assessoriale dello scorso 11 dicembre e non è stata dichiarata alcuna illegittimità dello stesso provvedimento che pertanto resta pienamente valido ed efficace così come confermato dall’ordinanza, consentendo così ai medici sostituti del 118 di accedere al corso di formazione in medicina generale”.

L’assessore alla Salute puntualizza inoltre che “i giudici hanno censurato le affermazioni difensive della Fimmg qualificandole come mere deduzioni non supportate da indicazioni obiettive”.

Il processo di uscita dal precariato avviato dal governo Musumeci fin dal proprio insediamento, nel solo ambito sanitario, ha portato alla stabilizzazione di circa 4 mila unità: “Ad oggi siamo l’unica Regione d’Italia ad avere messo in campo un provvedimento valido anche per i medici sostituti del 118- afferma Razza- Spiace e non poco che, in Sicilia, a non difendere le ragioni dei professionisti più giovani sia proprio un sindacato che con questi atteggiamenti rischia di far venire meno proprio lo spirito di tutela. Spero che il dr. Galvano la smetta con le sue continue provocazioni, per le quali non riesce neppure a provare rossore”.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV