Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
fimmg luigi galvano

Emergenza urgenza

Stabilizzazione dei medici del 118, la Fimmg Sicilia: «Accolta la nostra proposta di due anni fa»

L'appello: «A questo punto l'assessorato dovrebbe riconoscere loro anche la premialità prevista per i sanitari che lottano contro il Covid».

Tempo di lettura: 1 minuto

PALERMO. «Soddisfazione per la condivisione da parte dell’Assessore alla Salute Razza della nostra proposta che già due anni addietro avevamo presentato e che prevedeva la stabilizzazione dei Medici precari del 118 rispettando la normativa vigente».

Ad esprimerla è la Fimmg Sicilia, con una nota a firma  di Luigi Galvano (nella foto di Insanitas, Segretario Regionale Generale), Luigi Tramonte (Segretario Regionale Settore Fimmg CA Sicilia) e Filippo Mangiapane (Segretario Regionale Fimmg EST-118 Sicilia), aggiungendo: «Forse all’ora i tempi non erano maturi visto che l’Assessore Razza scelse un’altra strada che lo vide perdente, visto i numerosi profili di illegittimità della sua proposta di allora, di fronte a ben due ricorsi presentati a tutela della normativa vigente. La riproposta di FIMMG Emergenza territoriale e il percorso portato avanti dall’Omceo di Palermo dopo le elezioni vinte forse hanno influito per il raggiungimento di un giusto riconoscimento a chi da anni tiene in piedi il sistema dell’emergenza urgenza in Sicilia».

Infine, dalla Fimmg concludono: «A questo punto l’assessorato dovrebbe riconoscere la premialità prevista per i sanitari che lottano contro il COVID anche ai medici del 118 e alla Medicina del Territorio. Sarebbe un riconoscimento dovuto ai medici specie in tempo di COVID».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati