Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
quarantena tamponi falsi invalidi

Dal palazzo

Coronavirus

Sospensione di AstraZeneca, Razza: «In Sicilia già 115mila le dosi somministrate. Domani notizie per chi si era prenotato»

L'assessore non nasconde il problema ma rimane fiducioso: «Il nostro obiettivo resta quello di completare la vaccinazione entro l'estate.  Ad aprile puntiamo a 35 mila dosi al giorno».

Tempo di lettura: 3 minuti

PALERMO. In Sicilia sono 115 mila i cittadini che fino ad oggi hanno ricevuto il vaccino AstraZeneca, la cui somministrazione da oggi è stata sospesa anche in Italia (leggi qui). «Le evidenze scientifiche e l’Organizzazione Mondiale della Sanità, Aifa ed Ema indicano con chiarezza che il vaccino è sicuro», ha affermato l’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, nel corso di una conferenza stampa convocata d’urgenza nel tardo pomeriggio di oggi.

«Peraltro- ha aggiunto- fino ad oggi il vaccino AstraZeneca è stato somministrato in milioni di dosi in tutto il mondo, 10 milioni nella sola Inghilterra. Mi associo all’appello del Presidente della Regione Nello Musumeci che ha invocato chiarezza e tempi rapidi». Poi l’assessore ha dato i numeri dei soggetti vaccinati con gli altri vaccini. Quasi 400 mila le dosi Pfizer somministrate, 19 mila le dosi del vaccino Moderna.

«Oggi abbiamo inaugurato il settimo hub vaccinale e siamo reduci da una lunga riunione con le forze armate per prepararci per la vaccinazione di massa – ha proseguito l’assessore – Di certo la notizia di oggi crea un problema. Abbiamo comunicato a tutti i cittadini che si erano prenotati che la somministrazione di AstraZenaca è stata sospesa. Purtroppo oggi ci è arrivata un’altra notizia non edificante, cioè il calo di invio di vaccini AstraZeneca di 40mila unità, ne attendevamo 50mila ne arriveranno 10mila. In compensato da Pfizer attendevamo 50 mila dosi e ne arriveranno nei primi di aprile 100mila. A questi si aggiungeranno mano a mano gli altri vaccini approvato, fra cui ad esempio quello  johnson johnson. Ai 9 hub ed alle sedi di vaccinazione si aggiungeranno presto altri luoghi, è in corso la definizione dell’accordo con le farmacie e abbiamo lavorato ad un protocollo con le associazioni degli industriali per le vaccinazioni nei luoghi di lavoro».

Inoltre Razza ha annunciato che domani partiranno le prenotazioni vaccinali delle persone estremamente fragili e ha aggiunto: «Invito tutti alla massima cautela ed a non guardare con diffidenza alla vaccinazione. Unica nostra via di uscita. Il nostro obiettivo resta quello di completare la vaccinazione entro l’estate.  Nel mese di aprile cercheremo di superare le 35 mila dosi al giorno. L’asticella per raggiungere gli obiettivi è a portata di mano.

Poi una ultima precisazione per quanti si erano già registrati per ricevere il vaccino AstraZeneca: «Dobbiamo attendere domani, molte decine di migliaia si sono prenotati per astrazeneca, 120 mila erano soltanto nella fascia di età fra i 70 e gli 80 anni, poi i docenti, forze dell’ordine. Proseguiremo sicuramente con la vaccinazione per tutti, ma per individuare come abbiamo il dovere di attendere domani».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati