Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
sorveglianza sanitaria

ASP e Ospedali

Tramite questionari

Sorveglianza sanitaria sui bimbi fino ai due anni, le Asp siciliane aderiscono a un progetto nazionale

Promosso e finalizzato dal Ministero della Salute e coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità. Gli operatori hanno somministrato, secondo il disegno della ricerca, questionari anonimi alle mamme italiane e straniere.

Tempo di lettura: 2 minuti

La finalità è realizzare un Sistema di Sorveglianza sui determinanti di salute nei bambini di 0-2 anni, che si aggiunge ai sistemi già esistenti (OKkio alla Salute, HBSC, Passi e Passi d’argento) e raccoglie dati sulla salute per soddisfare un importante bisogno conoscitivo degli stili di vita presenti nel nostro Paese.

Si tratta del “Sistema di Sorveglianza sui Determinanti di Salute nella 1° Infanzia,” promosso e finalizzato dal Ministero della Salute e coordinato dall’Istituto Superiore di Sanità (ISS).

La Regione Siciliana ha aderito al Progetto coinvolgendo, tra altri, i Responsabili dei Centri Vaccinali delle nove Aziende Sanitarie della Sicilia.

Contemporaneamente sono stati distribuiti pieghevoli, tradotti in più lingue, informativi le tematiche necessarie per proteggere il proprio bambino, da possibili comportamenti inadeguati e azioni a rischio dei genitori, nei primi due anni di vita del proprio figlio.

E dall’Asp di Enna fanno sapere che si è conclusa la rilevazione realizzata per il progetto, realizzata dal Responsabile Unità Operativa Educazione e Promozione della Salute, Eleonora Caramanna, e dall’Assistente Sociale del Consultorio del Distretto di Enna, Giusy Cammarata, con la collaborazione dei centri vaccinali nel territorio.

Gli operatori hanno somministrato, secondo il disegno della ricerca, questionari anonimi alle mamme italiane e straniere di bambini di età inferiore ai due anni che dovevano effettuare la 1°, 2°, 3° dose DPT (Difterite Pertosse Tetano) o la 1° MPRV, (Vaccino tetravalente per morbillo, parotite, rosolia e varicella), nei Centri Vaccinali di Enna, Leonforte e Piazza Armerina.

I questionari sono stati inviati all’Istituto Superiore di Sanità tramite piattaforma Web che elaborerà i dati a livello nazionale.

 

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati