Sorrisi e giochi con gli animali: ospedale dei Bambini, ecco le foto della Pet Therapy…

4 Maggio 2016

Stamattina cani e conigli in corsia: inaugurato il progetto destinato ai piccoli ricoverati, che hanno interagito attraverso il lancio e riporto di una pallina o semplicemente accarezzandoli.

 

di

PALERMO. La Pet therapy sbarca all’ospedale “Di Cristina” di Palermo. I primi animali a varcare la soglia dell’ospedale pediatrico- tra lo stupore di medici, piccoli pazienti e genitori- sono stati due cani e un coniglietto. Ma ben presto si aggiungeranno anche dei porcellini d’India e, non appena sarà messo a posto il giardino interno, addirittura un pony.

Il progetto, ideato dall’associazione Anire (che, tra le varie attività, a Palermo offre un servizio di ippoterapia per bambini disabili), prevede due incontri al mese, il mercoledì dalle 11 alle 13. Il prossimo appuntamento sarà il 25 maggio.

Due ore di gioco e carezze, corse e “leccate” affettuose, una vera terapia complementare ai trattamenti farmacologici. Il valore della pet therapy è ormai riconosciuto dalla letteratura scientifica perché riduce i livelli di ansia dei bambini, fa dimenticare per un po’ il contesto ospedaliero, aiuta ad accettare meglio la malattia.

«Non possiamo cancellare la sofferenza- afferma Giorgio Trizzino, direttore sanitario della struttura ospedaliera -, ma possiamo attutirla, anche con gli animali». «Cercheremo di farli arrivare in corsia», fa eco Maria Lucia Furnari, dirigente medico.

Per la mattinata di oggi sono stati scelti due “testimonial” di un certo… peso: Fox, un incrocio tra un maremmano e un terranova, e Broc, un dogo argentino. «Sfatiamo la paura dei cani grossi – dice Isabella Alioto, pedagogista e ‘mente del progetto’-. Questo era il sogno della mia vita perché qui, da bambina, ho trascorso un mese ricoverata e desideravo tanto avere degli animali accanto».

Un’idea presa al volo da tanti bambini stamani al “Di Cristina”, incuriositi e affascinati dai due cagnoni nell’atrio dell’ospedale.

È stata una vera e propria gara di coccole e carezze ai due amici a quattro zampe che si sono prestati a tante piccole mani. Broc si è anche esibito in un percorso di “agility”, con l’aiuto di alcuni bimbi che gli lanciavano una pallina da tennis, mentre altri si passavano tra le braccia il paffuto coniglietto grigio.

«La pet therapy è una cosa oggettivamente indispensabile- commenta Giovanni Migliore, direttore generale dell’Arnas-Civico- L’ospedale dei bambini non è il nostro ospedale, ma è dei bambini. Il ‘Di Cristina’ ha una collocazione strategica, è Palermo. Èun luogo di cura aperto alla città ed è un luogo di cultura. Invitiamo tutti a venire».

L’iniziativa vede in campo solo volontari: insieme alla dottoressa Alioto, ci saranno Salvatore Cracolici, coadiutore del progetto e responsabile del trasporto degli animali, Gabriele Impiccichè, addestratore cinofilo che darà consigli ai bambini su come addestrare i loro cani, il veterinario Giampiero Spinnato, le pedagogiste Valentina Di Bartolo e Alessandra Alfano.

«Abbiamo dimostrato subito la nostra disponibilità a fare partire il progetto – dicono Silvio Moncada Serena Potenza, rispettivamente presidente e consigliere della Quarta circoscrizione- in un’ottica di collaborazione già preesistente con l’ospedale. « l’inizio di un percorso e una novità assoluta».

  • Pet Therapy all'ospedale dei Bambini

  • Pet Therapy all'ospedale dei Bambini

  • Pet Therapy all'ospedale dei Bambini

  • Pet Therapy all'ospedale dei Bambini

  • Pet Therapy all'ospedale dei Bambini

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV