Sicilia, il 24 ottobre al via la campagna per la vaccinazione antinfluenzale

21 Ottobre 2016

L'annuncio da Siracusa, Trapani ed Agrigento.

 

di

PALERMO. Lunedì 24 ottobre ha inizio la campagna di vaccinazione antinfluenzale su tutto il territorio regionale. Pronta l’organizzazione dell’Asp di Siracusa: da lunedì sarà avviata la distribuzione del vaccino a tutti i medici di famiglia e ai pediatri che hanno aderito alla campagna e nei loro studi sarà possibile vaccinare fino al 6 febbraio 2017. In tutti gli ambulatori di vaccinazione della provincia, invece, sarà possibile vaccinare fino al 28 febbraio 2017, quando la campagna avrà termine.

Poiché ogni anno i valori di copertura ottenuti non raggiungono i valori fissati dai Piani sanitari nazionale e regionale, il direttore generale dell’Asp di Siracusa Salvatore Brugaletta auspica una massiccia adesione alla vaccinazione sia della popolazione anziana che di tutte le persone a rischio.

Un invito particolare alla vaccinazione viene inoltre rivolto al personale sanitario e parasanitario delle strutture pubbliche e private. «Una massiccia adesione alla vaccinazione, oltre ad avere una importante rilevanza individuale, contrasta la circolazione del virus e quindi la malattia, con conseguente riduzione dei ricoveri e dei costi sociali connessi con morbosità e mortalità», sottolinea Brugaletta.

Il direttore del Servizio di Epidemiologia, Maria Lia Contrino, rassicura sulla sicurezza dei vaccini e sottolinea come la vaccinazione antinfluenzale rappresenti «la migliore strategia per prevenire la malattia e le sue complicanze con esiti invalidanti e a volte mortali. E Una buona igiene delle mani e delle secrezioni respiratorie, associata alla vaccinazione può giocare un ruolo importante nel limitare la diffusione dell’influenza».

Il vaccino è offerto anche a tutto il personale sanitario e parasanitario delle strutture pubbliche e private nonché a tutti i soggetti ricoverati negli ospedali e nelle case di cura: «Occorrono massicce azioni di comunicazione alla popolazione per incrementare l’adesione alla campagna di vaccinazione- sottolinea il direttore sanitario Anselmo Madeddu- Fondamentale la collaborazione dei medici di base e ospedalieri, nonché dei medici competenti dell’Azienda, affinché mettano in atto tutte le iniziative ritenute più idonee».

La vaccinazione antinfluenzale stagionale è raccomandata e gratuita per tutti i soggetti di età pari o superiore a 64 anni, per bambini oltre 6 mesi e adulti con le seguenti patologie che aumentano il rischio di complicanze da influenza: malattie croniche dell’apparato respiratorio, malattie dell’apparato cardiocircolatorio, diabete, obesità e altre malattie metaboliche, insufficienza renale/surrenale cronica, malattie del sangue, tumori, malattie che comportino scarsa produzione di anticorpi, immunosoppressione da farmaci o da HIV, malattie croniche intestinali e da malassorbimento, malattie neuromuscolari, patologie per le quali sono programmati importanti interventi chirurgici.

Il vaccino è somministrato gratuitamente, inoltre, alle donne nel secondo o terzo trimestre di gravidanza, ai contatti stretti delle gestanti e dei nuovi nati, ai ricoverati in strutture per lungodegenti, ai familiari e contatti di soggetti ad alto rischio, ai soggetti addetti a servizi pubblici di primario interesse collettivo e al personale che per motivi occupazionali è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus influenzali non umani.

Nel poster creato dall’Asp di Siracusa, all’interno di un piano di comunicazione e informazione, il messaggio è «difenditi dall’influenza stagionale – proteggi te stesso e proteggi gli altri».

Insieme con l’antinfluenzale è prevista la somministrazione del vaccino antipneumococcico per i soggetti aventi diritto: soggetti a rischio individuati con circolare regionale e soggetti nati negli anni 1948-1949-1950-1951 e 1956. La vaccinazione antipneumococcica è destagionalizzata per cui gli aventi diritto potranno praticarla presso i medici di famiglia durante tutto l’anno.

IL VIA PURE A TRAPANI

Avviata la  campagna antinfluenzale e antipneumococcica 2016/2017 dell’Asp di Trapani. Da oggi i medici di famiglia e i pediatri di libera scelta possono iniziare a ritirare i vaccini presso i servizi vaccinali dei distretti d’igiene pubblica territoriali dell’Asp, mentre da lunedì si avvierà l’attività di vaccinazione sia nei centri vaccinali dell’Asp che negli ambulatori medici.

La campagna è coordinata dal responsabile del servizio sanità pubblica, epidemiologica e medicina preventiva Gaspare Canzoneri. Per la popolazione over 64 anni, i soggetti a rischio e le categorie di pubblico interesse collettivo, considerando tra questi anche tutto il personale sanitario e parasanitario, la somministrazione del vaccino sarà gratuita.

Da quest’anno sarà gratuita anche per gli addetti di front office delle pubbliche amministrazioni, che cioè sono a contatto con il pubblico. Dall’Asp sottolineano che la mancata offerta della vaccinazione può anche configurare l’ipotesi di omissione di atto sanitario con le conseguenti responsabilità, anche penali, a carico di chi la determini a qualunque titolo.

«Ogni anno l’influenza colpisce una larga fetta di popolazione- spiega il direttore generale Fabrizio De Nicola– In particolare le fasce più deboli come gli anziani, con un costo in termini di mortalità e di ricoveri, ma anche sociale come perdita di giornate lavorative. Abbiamo allora apprezzato la ferma presa di posizione della Federazione nazionale degli Ordini dei medici, che con un documento sui vaccini, ha ribadito ai propri iscritti che ‘il consiglio di non vaccinarsi, in particolare se fornito al pubblico con qualsiasi mezzo, costituisce infrazione deontologica’. Dopo un calo negli ultimi due anni per infondati allarmismi, contiamo ora di ampliare la fascia di coloro che si sottopongono alla vaccinazione».

Infine è stata intensificata la vaccinazione anti-pneumococcico, perché la affezioni all’apparato respiratorio possono portare a complicanze come la polmonite e la bronco-polmonite. In co-somministrazione con il vaccino antinfluenzale, sarà offerta quindi anche una dose di vaccino anti-pneumococcico. Sarà gratuita per coloro che hanno già compiuto il sessantesimo anno  di età e per i soggetti a rischio.

LA VACCINAZIONE AD AGRIGENTO

Il 24 ottobre la campagna di vaccinazione contro l’influenza stagionale al via anche da parte dell’Asp di Agrigento. Le vaccinazioni verranno effettuate su tutto il territorio Asp presso gli studi dei medici di famiglia, dei pediatri di libera scelta ed in tutti i presidi vaccinali aziendali.

Il servizio è gratuito per chi ha compiuto i sessantacinque anni e per i soggetti a rischio ossia adulti e bambini con patologie croniche, individui ricoverati in strutture per lungodegenti, familiari di persone ad alto rischio, operatori sanitari e di assistenza, addetti ai servizi di pubblica utilità, personale che, per motivi di lavoro, è a contatto con animali che potrebbero costituire fonte di infezione da virus antinfluenzale non umani come i veterinari e gli addetti agli allevamenti ed ai macelli. In co-somministrazione con l’antinfluenzale può essere offerto il vaccino antipnemucoccico, con le modalità previste dalla circolare assessoriale n. 38858 del 30/04/2014.

Il periodo indicato per la somministrazione del vaccino antinfluenzale stagionale va da ottobre a dicembre inoltrato e ciò per poter garantire livelli efficaci di copertura anticorpali nel tempo dal momento che i virus dell’influenza raggiungono l’apice della diffusione nella nostra regione dalla fine di gennaio a marzo.

La trasmissione interumana si può verificare per via aerea attraverso gocce di saliva di chi tossisce o starnutisce ed anche attraverso le mani contaminate da secrezioni respiratorie, ecco perché il Servizio epidemiologia Asp ricorda che una buona igiene delle mani è una pratica fortemente raccomandata. Anche coprire la bocca ed il naso quando si tossisce e si starnutisce può limitare la diffusione dell’influenza. Qualora se ne presentasse il bisogno resta raccomandato l’isolamento a casa delle persone con malattie respiratorie febbrili specie in fase iniziale.

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV