allattamento al seno

Case di cura

Il 26 aprile

Sindrome dell’apnea ostruttiva nel sonno, esami gratuiti alla Clinica Candela

È l’iniziativa del reparto di Pneumologia, in collaborazione con la Fondazione Onda e in occasione della Giornata nazionale della salute della donna.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Una giornata dedicata alla diagnosi precoce di un disturbo ancora sottovalutato nel genere femminile: la sindrome dell’apnea ostruttiva nel sonno (OSAS). È l’iniziativa del reparto di Pneumologia della clinica Candela di Palermo guidato dalla dottoressa Amelia Interrante che, in collaborazione con la Fondazione Onda (Osservatorio nazionale sulla salute della donna e di genere), il 26 aprile offrirà esami gratuiti in occasione della Giornata nazionale della salute della donna.

L’OSAS consiste in una ostruzione completa o parziale delle prime vie aeree durante il sonno. Fattori di rischio sono rappresentati da età, abitudine al fumo e obesità. È spesso considerata una patologia prevalentemente maschile, tuttavia recenti ricerche suggeriscono che il sesso possa influire sui sintomi per via delle differenze ormonali, morfologiche e di distribuzione del grasso corporeo fra uomini e donne. I primi infatti manifestano prevalentemente sonnolenza, russamento e apnea. Le donne, invece, riportano affaticamento diurno, perdita di energia, insonnia, disturbi dell’umore e cefalea mattutina.

Proprio per questo la sindrome è sotto diagnosticata nelle donne, che sono spesso valutate e trattate secondo criteri maschili ma che- a differenza degli uomini- riportano una più elevata frequenza di compromissione dell’attività lavorativa, performance, assenze per malattia e divorzi rispetto a donne non affette da OSAS della stessa età e livello di grasso viscerale.

Alla clinica Candela potranno accedere tutte le donne con sospetta diagnosi di OSAS e usufruire di consulenze e visite gratuite prenotando attraverso il CUP della struttura al numero 348 6974009, anche tramite whatsapp.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche