Salute e benessere

In piazza Verdi

Simeup, a Palermo grande successo di “Manovre per la Vita”

Più di 25 operatori, pediatri e infermieri hanno insegnato le manovre salvavita in caso di soffocamento da corpo estraneo e/o arresto cardiaco.

Tempo di lettura: 1 minuto

Anche a Palermo, come in altre 50 piazze d’Italia, si è svolta la XIV edizione delle “Manovre per la Vita”. Nella splendida cornice di piazza Verdi, davanti al teatro Massimo, più di 25 operatori, pediatri e infermieri della SIMEUP (Società Italiana di Medicina di Emergenza Urgenza Pediatrica), hanno insegnato a grandi e piccini le manovre salvavita da utilizzare in caso di soffocamento da corpo estraneo e/o arresto cardiaco.

“Ho bisogno di te” è lo slogan dell’iniziativa: con poche nozioni teoriche e pratiche chiunque può salvare una vita ed evitare le circa 50 morti annue in età pediatrica per soffocamento da corpo estraneo.

Notevole l’interesse e tanta la partecipazione della città. Il sindaco Roberto Lagalla e il dirigente del DASOE Salvatore Requirez hanno salutato l’iniziativa portando un incoraggiamento ai tanti medici e infermieri del Pronto Soccorso dell’Ospedale dei Bambini di Palermo, coadiuvati dalle colleghe del Pronto Soccorso di Villa Sofia- Cervello e dagli specialisti in formazione della scuola di Pediatria di Palermo.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati

    Leggi anche