Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
sileri vaccino

Uncategorized

Coronavirus

Sileri: “L’Italia non ha acquistato un vaccino inesistente, ma finanziato la ricerca”

Secondo il viceministro "Anche dopo le riaperture, la paura di una seconda ondata del virus non sembrerebbe esserci"

Tempo di lettura: 1 minuto

Parole rassicuranti da parte del vice ministro della Salute Pier Paolo Sileri che, nel corso di una intervista rilasciata ai microfoni di Rai Radio 1 ha detto: “La situazione va meglio. Anche dopo le riaperture, la paura di una seconda ondata del virus non sembrerebbe esserci. Le misure vengono rispettate, dal distanziamento al lavaggio delle mani, tuttavia serve un monitoraggio attento. Avere l’agognato vaccino contro il Coronavirus consentirà di limitare i danni, è prematuro pensare di poterlo già avere a settembre ma potrebbe arrivare per fine anno o inizio 2021” ha aggiunto Sileri che, in relazione all’accordo firmato con Oxford (leggi qui) ha detto: “l’Italia non ha acquistato dosi di vaccino che ancora non ci sono, ma insieme con altri Paesi europei ha firmato un accordo per continuare a sostenere questa ricerca”.

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati