In Sicilia circa 20 neonati morti in culla ogni anno: al Buccheri La Ferla esperti a confronto per la prevenzione

17 Dicembre 2016

Il dato è emerso durante il secondo congresso nazionale Sids- Alte. Ecco l'intervista di Insanitas al responsabile scientifico Raffaele Pomo e le foto dell'evento.

 

di

PALERMO. Dai 15 ai 20 neonati morti in culla ogni anno in Sicilia. È la media resa nota durante il secondo Congresso nazionale Sids- Alte sul tema “La protezione del neonato e del lattante- Il percorso Sids”, organizzato dal Centro Sids dell’ospedale Buccheri La Ferla di Palermo.

L’iniziativa si è svolta ieri ed oggi e ha avuto un duplice scopo: la prevenzione nei confronti dei neonati sani e il monitoraggio domiciliare per quelli ad alto rischio, come ad esempio nei casi di apnea o bradicardia.

«La morte in culla si può prevenire grazie ad un’attenta campagna informativa che coinvolga le mamme e gli operatori sanitari», sottolinea Raffaele Pomo (nella foto in alto a destra), responsabile scientifico del convegno e alla guida del Centro Sids- Alte del Buccheri La Ferla- I consigli più frequenti a favore del neonato sono cinque: non farlo dormire a pancia in giù e nel letto matrimoniale insieme ai genitori, non fumargli vicino, nutrirlo con il latte materno in quanto rappresenta un fattore protettivo e usare il ciuccio dopo l’avvio dell’allattamento. Un percorso importante avviato in Sicilia, ma non solo, è l’indagine su queste morti e l’assistenza psicologica ai familiari del bambino. In particolare il Centro Sids dell’ospedale Buccheri La Ferla fornisce ai familiari dei bambini a rischio un monitoraggio costante, registrando così tutte le anomalie per potere intervenire di conseguenza».

Erano presenti all’incontro delegazioni di molti ospedali d’Italia. Tra questi: il Gaslini di Genova, il Bambin Gesù di Roma, il Meyer di Firenze, le Università di Parma e Milano e molti primari degli ospedali.

In sala anche le figure professionali che vivono questi episodi di morte prematura dei neonati: i rappresentanti del 118, medici legali, magistrati, anatomopatologi, i responsabili dei centri Sids, neonatologi, pediatri di base e le associazioni delle famiglie. La segreteria organizzativa dell’evento è stata affidata alla Round Trip Consulting di Palermo.

Qui giù alcune foto dell’evento (sono liberamente scaricabili).

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV