Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Salute e benessere

Secondo congresso nazionale Sids- Alte

In Sicilia circa 20 neonati morti in culla ogni anno: al Buccheri La Ferla esperti a confronto per la prevenzione

Il dato è emerso durante il secondo congresso nazionale Sids- Alte. Ecco l'intervista di Insanitas al responsabile scientifico Raffaele Pomo e le foto dell'evento.

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Dai 15 ai 20 neonati morti in culla ogni anno in Sicilia. È la media resa nota durante il secondo Congresso nazionale Sids- Alte sul tema “La protezione del neonato e del lattante- Il percorso Sids”, organizzato dal Centro Sids dell’ospedale Buccheri La Ferla di Palermo.

L’iniziativa si è svolta ieri ed oggi e ha avuto un duplice scopo: la prevenzione nei confronti dei neonati sani e il monitoraggio domiciliare per quelli ad alto rischio, come ad esempio nei casi di apnea o bradicardia.

«La morte in culla si può prevenire grazie ad un’attenta campagna informativa che coinvolga le mamme e gli operatori sanitari», sottolinea Raffaele Pomo (nella foto in alto a destra), responsabile scientifico del convegno e alla guida del Centro Sids- Alte del Buccheri La Ferla- I consigli più frequenti a favore del neonato sono cinque: non farlo dormire a pancia in giù e nel letto matrimoniale insieme ai genitori, non fumargli vicino, nutrirlo con il latte materno in quanto rappresenta un fattore protettivo e usare il ciuccio dopo l’avvio dell’allattamento. Un percorso importante avviato in Sicilia, ma non solo, è l’indagine su queste morti e l’assistenza psicologica ai familiari del bambino. In particolare il Centro Sids dell’ospedale Buccheri La Ferla fornisce ai familiari dei bambini a rischio un monitoraggio costante, registrando così tutte le anomalie per potere intervenire di conseguenza».

Erano presenti all’incontro delegazioni di molti ospedali d’Italia. Tra questi: il Gaslini di Genova, il Bambin Gesù di Roma, il Meyer di Firenze, le Università di Parma e Milano e molti primari degli ospedali.

In sala anche le figure professionali che vivono questi episodi di morte prematura dei neonati: i rappresentanti del 118, medici legali, magistrati, anatomopatologi, i responsabili dei centri Sids, neonatologi, pediatri di base e le associazioni delle famiglie. La segreteria organizzativa dell’evento è stata affidata alla Round Trip Consulting di Palermo.

Qui giù alcune foto dell’evento (sono liberamente scaricabili).

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati