Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Emergenza urgenza

In media 888 euro

Seus 118, a 1.900 dipendenti pagati otto anni di straordinari arretrati

L'accredito è stato effettuato dopo le conciliazioni sottoscritte in attuazione dell'accordo con i sindacati. Il presidente Croce: «Su input dell'assessorato alla Salute stiamo dando le giuste risposte ai legittimi diritti dei nostri operatori».

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. Circa 1.900 dipendenti della Seus hanno ricevuto alla fine del 2019 il pagamento degli straordinari arretrati relativi al periodo 2010-2017. Quasi otto anni in tutto, a partire dalla nascita della società consortile partecipata dalla Regione che cogestisce il servizio di emergenza-urgenza 118 in Sicilia e fino al 31 dicembre del 2017.

In totale l’azienda ha versato circa 3 milioni e 150 mila euro lordi, una somma che al netto supera un milione e 650 mila euro, con una media per dipendente di 888 euro.

L’accredito delle somme è stato effettuato dopo le singole conciliazioni sottoscritte durante le scorse settimane con i dipendenti, in attuazione dell’accordo prima raggiunto tra la Seus e i sindacati.

«Questo debito nei confronti dei dipendenti- sottolinea Davide Croce (nella foto, presidente del Cda della Seus, composto anche da Gaetana Pontrelli e Pietro Marchetta)- era stato contratto durante le precedenti gestioni a causa del mancato pagamento di prestazioni lavorative in regime di straordinario. Su input dell’assessorato alla Salute guidato da Ruggero Razza e tramite concertazione con i sindacati abbiamo quindi scelto l’opzione delle conciliazioni, in modo da evitare contenziosi e contemporaneamente dare la giusta risposta ai legittimi diritti dei nostri dipendenti».

Infine, il presidente della Seus annuncia: «Entro fine gennaio saranno corrisposti gli straordinari relativi al 2018 ed entro fine febbraio quelli del 2019: in entrambi i casi, stavolta il pagamento sarà intero rispetto sia alle ore che al valore del corrispettivo».

IL COMMENTO DALLA CSA-CISAL

«Il pagamento degli straordinari degli ultimi otto anni consente di dare finalmente risposte ai 1.900 dipendenti della Seus, recuperando un grave ritardo che ha danneggiato i dipendenti. Non possiamo che apprezzare l’attività del presidente Davide Croce, del Cda e dell’assessore alla Salute Ruggero Razza che ha permesso di superare tutte le difficoltà erogando oltre tre milioni di euro».

Lo dicono Giuseppe Badagliacca e Claudio Dolce del Csa-Cisal, commentando il pagamento degli straordinari 2010 2017, con una media di 888 euro a lavoratore.

«Questo risultato conferma l’importanza di corrette relazioni tra parti sociali e datoriali- continua il sindacato- Adesso puntiamo al rinnovo del contratto integrativo e al miglioramento del welfare aziendale».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati