Settimana del Cervello, ecco gli studenti vincitori del concorso di idee bandito dal Centro Neurolesi

19 Marzo 2016

Manifestazione conclusiva dell'iniziativa dell'Irccs Bonino Pulejo di Messina. Al primo posto si è classificato l'Istituto Verona Trento.

 

di

MESSINA. Al Palacultura si è tenuto l’evento conclusivo della “Settimana del Cervello” 2016, promossa dal Centro Neurolesi Bonino Pulejo, su iniziativa del direttore scientifico Placido Bramanti. Ad organizzare l’iniziativa nazionale la SIN (Società Italiana Neurologia).

Durante la manifestazione, presentata dalla giornalista Lilly La Fauci, gli studenti degli Istituti d’istruzione superiore che hanno preso parte al progetto hanno presentato i loro elaborati sul tema “Il tempo è cervello” (slogan dell’edizione 2016 della Settimana del Cervello) e hanno partecipato al relativo concorso di idee promosso dall’Irccs Centro Neurolesi.

Gli elaborati sono stati preparati con la partecipazione di ragazzi diversamente abili, nell’ottica della massima integrazione. A giudicare i lavori dei ragazzi, una giuria qualificata presieduta dal sindaco Renato Accorinti: l’assessore allo Sport Sebastiano Pino, il presidente dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri di Messina, Giacomo Caudo, il prof. Giovanni Castorina, la giornalista Elisabetta Reale e la rappresentante della Croce Rossa Italiana, Maria Elena Cutelli.

Al primo posto si sono classificati gli studenti dell’Istituto Verona Trento, al secondo posto gli alunni del Basile, al terzo quelli dell’Antonello.

L’Acr Messina ha messo a disposizione dei primi tre classificati un accreditamento per le rimanenti partite del campionato in corso. La manifestazione è stata organizzata con il patrocinio del Comune di Messina e dell’Ordine dei Medici Chirurghi ed Odontoiatri della provincia di Messina.

Le scuole aderenti all’iniziativa hanno ospitato una serie di conferenze a cura di un’equipe di professionisti del Centro Neurolesi guidata dal direttore scientifico Placido Bramanti, dal direttore generale Angelo Aliquò e dal direttore sanitario Bernardo Alagna, durante le quali gli studenti hanno avuto modo di informarsi e riflettere sui rischi collegati all’uso di alcool e droghe, ma anche su quelli collegati ad una cattiva alimentazione, alle cosiddette nuove dipendenze e più in generale ad uno scorretto stile di vita.

Al progetto hanno aderito i seguenti Istituti di istruzione superiore cittadini: La Farina scuola capo fila (dirigente scolastica prof.ssa Pucci Prestipino); Seguenza (dirigente scolastica prof.ssa Maria Rosaria Mangano); Maurolico (dirigente scolastico prof. Rosario Abbate); Minutoli (dirigente scolastico prof. Pietro La Tona); Ainis (dirigente scolastico prof. Elio Parisi); Verona Trento- Majorana Marconi (dirigente scolastica prof.ssa Simonetta Di Prima); Basile (dirigente scolastica prof.ssa Pucci Prestipino); Jaci (dirigente scolastico prof. Alfio Borzì); Antonello (dirigente scolastica prof.ssa Maria Muscherà); Bisazza (dirigente scolastica prof.ssa Anna Maria Gammeri).

Tenendo conto dell’accorpamento del Maurolico con il liceo scientifico Galileo Galilei di Spadafora si è tenuto un incontro anche presso quest’ultimo istituto.

  • Renato Accorinti, Dino Alagna, Lilly La Fauci, Giacomo Caudo e Placido Bramanti

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV