Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
campagna vaccinale arnas civico rsu premio produttività arretrati

ASP e Ospedali

La nota della Fials

Scatti di carriera all’Arnas Civico di Palermo, scoppia la polemica tra i sindacati

La Fials: «I sindacati che non hanno voluto aderire alla nostra linea, adesso vogliono salire sul carro dei vincitori. Noi continueremo una lotta serrata per ottenere la copertura finanziaria per tutti gli aventi diritto».

Tempo di lettura: 2 minuti

PALERMO. «Sembra che l’Arnas Civico, accogliendo le richieste del fronte sindacale Fials, Nursing up, UIL e Csa, stia provvedendo agli avanzamenti di fascia del personale del comparto andando ben oltre al 50% previsto, in un primo momento, dall’accordo capestro da noi ricusato e sottoscritto dalle altre sigle sindacali».

Lo affermano in una nota congiunta Mario Di Salvo e Enzo Munafò della Fials, commentando il via da parte dell’Arnas Civico alle progressioni economiche orizzontali.

Ed aggiungono: «Rammarica il fatto che i sindacati che non hanno voluto aderire alla nostra linea, adesso vogliano salire sul carro dei vincitori, dimenticando di essere già stati sconfessati dai loro stessi iscritti i quali hanno aderito in massa alla raccolta firme con la quale abbiamo registrato circa 900 adesioni. Tuttavia i social ed il web garantiscono l’informazione e la memoria dei fatti, sconfessando tali puerili tentativi messi in campo per risalire la china».

«L’accordo- continuano Di Salvo e Munafò- così come è non prevede affatto che tutto il personale riuscirà ad avanzare ed è a forte rischio chiunque non sia inserito nel 50% iniziale. Chi oggi proclama inopportunamente vittoria è lo stesso che non aveva sottoscritto la possibilità di ampliare il diritto ai restanti lavoratori ed oggi, evidentemente, si arrampica sugli specchi».

I sindacalisti aggiungono: «Noi continueremo una lotta serrata per ottenere la copertura finanziaria per tutti gli aventi diritto e non daremo tregua a chi ha siglato questo accordo maldestro e pasticciato. Quando siamo andati in aula alcuni sindacalisti maldestri hanno firmato prima del dibattito. Altri membri della RSU hanno firmato giorni dopo, presso l’amministrazione a lavori conclusi e pur essendo assenti durante la convocazione di trattante. L’accordo definitivo, cosi siglato, non è più passato in RSU per dibattito e ratifica, nonostante le nostre richieste e le nostre proteste. Ci chiediamo se i lavoratori sappiano queste cose».

 

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati