Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui

Dal palazzo

La nota della deputata Ferreri

Sanità ragusana, grillini all’attacco: «Assurdo declassare gli ospedali di Modica e Scicli»

La deputata regionale Vanessa Ferreri contesta duramente la nuova classificazione delle strutture sanitarie annunciata dall'assessore Gucciardi.

Tempo di lettura: 2 minuti

«Declassare Modica-Scicli a presidio di base è un’offesa alla dignità e all’intelligenza dei cittadini». Lo scrive Vanessa Ferreri, deputata all’Ars dei Cinque Stelle, intervenendo sulla polemica che sta infiammando la provincia di Ragusa (leggi qui) in seguito alla presentazione della nuova classificazione degli ospedali siciliani da parte dell’assessore Baldo Gucciardi.

«Questo Governo regionale si dimostra ancora una volta miope e sordo alle legittime istanze di moltissimi cittadini di potersi curare adeguatamente negli ospedali più vicini a dove risiedono- aggiunge la deputata iblea- La logica, prima ancora che il buon senso, esige che se smantelli- perché di questo si parla- un ospedale come quello di Scicli, accorpandolo a Modica, quest’ultimo dovrebbe essere potenziato, non declassato a presidio di base».

«Non ci vengano a raccontare – dichiara Ferreri – che non ci saranno tagli e chiusure di reparti, non siamo stupidi e delle loro promesse ormai non ci fidiamo più, anche perché in oltre quattro anni di legislatura non ne hanno mantenuta una. Il declassamento è l’atto prodromico al depotenziamento di qualsiasi ospedale».

“Purtroppo- aggiunge la deputata- la rete ospedaliera siciliana non può non tener conto delle pessime e tortuose strade della provincia di Ragusa. L’assessore Gucciardi ha mai fatto un viaggio in ambulanza da Scicli a Modica? In provincia di Ragusa necessitano tre ‘spoke’: per Ragusa e Vittoria-Comiso e sembra sia stato finalmente capito, dopo anni di battaglie in commissione sanità. Adesso proveremo a farlo capire anche per il comprensorio modicano. E queste cose dovrebbe in primis farle valere la direzione generale dell’Asp 7, che conosce bene la realtà sanitaria del nostro territorio».

«Aspettiamo adesso- conclude Vanessa Ferreri- che questa bozza di rete ospedaliera arrivi in Commissione sanità, e lì porteremo le istanze di un’intera comunità che non vuole usufruire di un ospedale di serie B perché ha avuto la sfortuna di ritrovarsi a vivere in un territorio che non ha santi».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali
    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati