Resta sempre aggiornato!

Unisciti al nostro canale Telegram.

Clicca qui
tempo pieno

ASP e Ospedali

Ma l'Asp replica

“San Giovanni di Dio”, la Fials: «Mancano guanti, pannoloni e altri presidi»

Il sindacato provinciale sottolinea: «Le infezioni ospedaliere così rischiano di aumentare». Dall'Asp di Agrigento negano l'emergenza: «Nelle farmacie aziendali ora c'è una dotazione di 285.630 guanti monouso».

Tempo di lettura: 3 minuti

AGRIGENTO. «Mancano guanti, pannoloni, traverse monouso all’ospedale San Giovanni di Dio». La Fials di Agrigento lancia l’allarme segnalando le criticità all’Asp diretta dal commissario straordinario Mario Zappia. «Riceviamo continue e allarmanti segnalazioni da parte del personale- scrive il segretario provinciale Fials, Amedeo Fuliano (nella foto)– sulla crescente indisponibilità dei presidi. In particolare, per quel che riguarda i guanti monouso, indispensabili per la protezione sia per gli operatori sia per i pazienti, risulta che ieri la farmacia dell’ospedale di Agrigento ha raggiunto la giacenza zero esaurendo i prodotti».

«Risulta inoltre, sempre con riferimento ai guanti monouso, che l’unità operativa di Farmacia abbia riscontrato le richieste provenienti dai reparti, affermando di avere già inviato dal mese di agosto le necessarie richieste di acquisto al Provveditorato dell’azienda sanitaria provinciale per ben sei volte, senza tuttavia ricevere la fornitura. Dunque, la giacenza zero di oggi non è il risultato di un imprevisto, di un errore, ma la conseguenza di comportamenti, che in questa sede ci limitiamo a definire non diligenti, posti in essere nell’assoluta indifferenza di chi avrebbe dovuto vigilare, per un periodo di più di due mesi».

La Fials ricorda che la mancanza di questi presidi aumenta il rischio di contrarre infezioni ospedaliere, perché «l’indisponibilità dei guanti monouso avrà costretto, e costringe ancora, il personale deputato all’assistenza a  utilizzare i medesimi guanti su più degenti. Si pensi al cambio di pannoloni per i pazienti allettati, al cambio di sacchetti di urina, medicazioni, o alla pulizia intima dei pazienti. Rivolgiamo un accorato appello all’Asp affinché venga immediatamente posto rimedio al grave e pericoloso problema evidenziato e che si accertino le responsabilità dei soggetti che hanno determinato questa situazione».

LA REPLICA DELL’ASP DI AGRIGENTO

«È bene precisare- afferma il direttore dell’Unità operativa complessa Servizio Provveditorato ASP, Oreste Falco– che gli enti del SSN sono tenuti, in via esclusiva, ad approvvigionarsi dei guanti per il tramite della Centrale Regionale di Committenza che solo con D.D. n. 91 del 4 agosto 2021, ha approvato gli atti ed i verbali della procedura aperta per la somministrazione triennale di guanti per le Aziende Sanitarie Regionali. In assenza della copertura dei fabbisogni da parte della CUC, nell’arco dell’anno le necessità sono state assicurate, in parte mediante la struttura commissariale della Protezione Civile Nazionale che definisce le effettive distribuzioni di tale materiale, e, in parte, mediante le diverse procedure in urgenza che sono state assicurate dal Servizio Provveditorato che ha garantito finora la continuità delle forniture».

«Nel sottolineare- continua il dottore Falco- che la situazione del mercato dei guanti, è da tempo critica atteso che a seguito della pandemia a livello mondiale si è determinato un enorme aumento della domanda di guanti monouso e la capacità produttiva degli impianti, limitati e concentrati in paesi asiatici, è ormai satura, si fa rilevare che la stessa Protezione Civile ha difficoltà a fornire con regolarità le Aziende sanitarie siciliane ma, nonostante le difficoltà di approvvigionamento, risulta, dai reports di questa Asp, che vengono trasmessi con cadenza bisettimanale alla struttura della Protezione Civile, che, alla data dell’ 11/10/2021, vi era una dotazione nei magazzini delle Farmacie Aziendali di n.383.530 guanti e che alla data odierna la dotazione risulta essere di 285.630. Tali quantitativi – conclude il direttore dell’Unità operativa complessa Servizio Provveditorato ASP – non sono sicuramente vicini alla giacenza zero lamentata».

Contribuisci alla notizia
Invia una foto o un video
Scrivi alla redazione




    1

    Immagine non superiore a 5Mb (Formati permessi: JPG, JPEG, PNG)Video non superiore a 10Mb (Formati permessi: MP4, MOV, M4V)


    Informativa sul trattamento dei dati personali

    Con la presente informativa sul trattamento dei dati personali, redatta ai sensi del Regolamento UE 679/2016, InSanitas, in qualità di autonomo titolare del trattamento, La informa che tratterà i dati personali da Lei forniti unicamente per rispondere al messaggio da Lei inviato. La informiamo che può trovare ogni altra ulteriore informazione relativa al trattamento dei Suoi dati nella Privacy Policy del presente sito web.

    Contenuti sponsorizzati