cardiologi ospedale agrigento San Giovanni di Dio meningite carenza igiene

San Giovanni di Dio, arrivano nuove apparecchiature per diagnosi e terapia

1 Dicembre 2015

L'annuncio di Vincenzo Fontana, vicepresidente della Commissione Sanità dell'Ars: «La Pec/Tac e l’acceleratore lineare sono stati acquistati grazie a un finanziamento che rischiava di andare perso».

 

di

AGRIGENTO. «Salto di qualità per la sanità agrigentina, grazie ad un finanziamento acciuffato per i capelli». Esprime soddisfazione il vicepresidente della Commissione Sanità all’Ars, Vincenzo Fontana, dopo la consegna della Pec/Tac e dell’acceleratore lineare all’Ospedale San Giovanni di Dio.

«Si tratta di importanti dotazioni strumentali per la diagnosi e la terapia- sottolinea il parlamentare agrigentino del Nuovo Centro Destra- Uno straordinario traguardo per il nostro territorio che si mette così al passo con altre strutture dal punto di vista dell’offerta tecnologica. Le apparecchiature, di ultima generazione rappresentano una garanzia per le attività sanitarie di riferimento e metteranno fine ai quei viaggi fuori provincia, a cui, fino a qualche giorno fa, erano costretti i pazienti per usufruire di queste sofisticate e necessarie prestazioni».

«Niente più dunque disagi legati agli spostamenti- aggiunge Fontana- Gli agrigentini potranno curarsi e sottoporsi ad accertamenti delle patologie tumorali senza dovere migrare altrove, con aggravio anche di costi. Se oggi queste nuove opportunità si sono materializzate all’Ospedale di Agrigento nel segno di un sempre più compiuto diritto alla salute è perché grazie al nostro impegno siamo riusciti a non perdere il finanziamento che stava già prendendo il volo verso altre destinazioni».

POTREBBERO INTERESSARTI ANCHE...

Seguici su Facebook

Made with by DRTADV